"Sacerdote del Signore, tu devi essere santo"
Lunedì 3 Settembre 2007, ore 17 - Messaggio di Padre Pio

Giuseppe Auricchia: “Il 3 Settembre 2007, alle ore 17, sono in chiesa dalle suore per l'ora di adorazione, quando un profumo ha riempito tutta la chiesa, una luce che tutti hanno visto e sentito. Dopo hanno osservato me, in ginocchio con le mani giunte e attento a ciò che ascoltavo. Era Padre Pio così diceva:”

“La potenza dello Spirito di Dio entra nei cuori degli uomini e con la forza e la potenza del Suo Spirito Io parlo a te, figlio mio, sono Padre Pio, sacerdote del Signore, Apostolo di Gesù Cristo, parlo per bocca di Dio e col mio cuore tra le mani. Parlo a tutti, a quelli che sono lontani da Dio, in particolare parlo a te, sacerdote del Signore, tu devi essere santo, perfetto, io sento le tue preghiere, le tue suppliche, le tue raccomandazioni, io vedo la tua tribolazione, vedo te sacerdote del Signore, vedo la tua chiesa come un martire del maligno, vedo le creature che ti circondano, vedo che ti amano, ti vogliono bene perché sono piene di buona fede.
Attento fratello mio, io sono stato oggetto e conosco bene queste cose. Attento, metti ordine ma le tue condizioni non lo permettono. Troppe mani profanate, Dio è santo e sante devono essere devono essere le mani che lo toccano.
Vedo che diverse mani sporche prendono Gesù, lo so, tu non puoi mettere ordine fratello mio, troppo servizio che mai ti hanno portato bene alla tua persona, io dal Cielo col permesso di Gesù Cristo morto e risorto ti chiedo guarda bene le cose, cerca di essere nella perfezione di Dio, metti ordine, allontana da te questo servizio, che mai hanno portato bene alla tua anima. Molti saranno quelli che ti cercano e tanti ne verranno perché ti amano, io ti proteggerò, prego per te dal cielo, sono il tuo fratello Padre Pio, sacerdote, apostolo di Cristo, Santo dei secoli.”



"Cercate di conoscere Me e Gesù"
Venerdì 7 Settembre 2007, ore 08:45 - Messaggio della Madonna

Giuseppe Auricchia. “Il 7 Settembre 2007, ore 8:45, sono alla S. Messa, vedo la Madre di Dio, così mi dice:”

“Io sono la vostra Madre del Cielo, in modo speciale vi conosco meglio di quanto crediate.
Non dimenticate che Io sono la vostra Mamma, voi siete tutti legati a Me nel vincolo dell'amore. Figli Miei, vi chiedo, cercate di conoscere Me e Gesù, di incontrarci e vivere questo amore nella vostra vita, chi Mi scopre trova la pace e la gioia vera della sua vita. Riconoscete che siete ciechi alla verità e che avete fallito davanti ai Comandamenti di Dio. Lui vi ha donato il suo corpo, il Suo sangue, Me Maria, Madre Eucaristica, perché avreste la vita eterna.
Se voi avreste una fede autentica, e il valore di questo cibo eterno, come cambiereste e comprendereste che nel sangue di Dio è davvero presente la vita stessa di Dio, che vi perdona e vi guarisce.
Cari figli, quanti uomini e donne ricevono questa divina comunione per abitudine, con indifferenza, è nell'ignoranza del supremo valore, ma questi offendono Dio con il loro atteggiamento senza nemmeno rendersene conto. Vi chiedo ancora una volta, prima di ricevere il prezioso corpo e sangue di Mio Figlio, di chiedere perdono a Dio per i vostri errori, per i vostri peccati, per le vostre debolezze e di prendere conoscenza del corpo e sangue di Cristo, lavandovi, purificandovi nel sacramento della confessione, pura sincera, davanti a Dio, così vi permetterà di accedere alla vita eterna. Siate ferventi in questa comunione in cui Dio vive in voi e voi dovete amarlo e rendergli grazie di cuore, di lode e di felicità pura per l'Agnello di Dio che viene a liberarvi dalla schiavitù, dove siete caduti nelle vie tortuose delle tenebre.
Cari figli questo messaggio è rivolto a tutti i cristiani che ricevono l'Eucaristia, a tutti coloro che non hanno ancora incontrato Gesù nella loro vita, ma quelli che lo incontrate tutti i giorni, voi, chiedete il pane della vita che vi rifocilla anima e corpo, siate leali non scherzate con Dio, che la vostra salvezza dipende dal si che direte con tutto il cuore, solo così vivrete la vita eterna. Benedicendoti”



"Oggi la Mia Chiesa ricorda la Mia nascita"
Sabato 8 Settembre 2007, ore 17 - Natività di Maria - Messaggio della Madonna

Giuseppe Auricchia. “L'8 Settembre 2007, sono le ore 17, vedo la Madre di Dio, così mi dice:”

Caro figlio, oggi la Mia Chiesa ricorda la Mia nascita.
Con grande dolore vengo a te figlio Mio tabernacolo del Dio vivente sulla terra, continua a parlare di noi, ad insegnare la conversione a quelle anime che si dicono di essere figli di Dio, sposi di Dio, mentre sono immersi nel più grande peccato e cercano di nascondersi nella menzogna. Questo Mio appello è rivolto a queste anime che hanno bisogno della Mia parola, hanno sete di verità e pace, che sono in ascolto ma le loro orecchie sono di mercante. Dovranno compiere uno sforzo, un grande sforzo per cambiare strada per ritrovare il cammino di Dio, quello che porta alla salvezza, lungo il sentiero stretto e difficile ma sale verso il Regno del Padre.
Mentre le strade della perdizione sono ampie, allettanti e finiscono sempre nell'abisso dell'eterna sofferenza come quel fuoco che tu vivi. Non smetterò di ripetere che dovete scegliere quale cammino volete davvero prendere, quello della perdizione o quello della salvezza.
Quando pregate rivolgete le preghiere per tutte le anime del Purgatorio che attendono da voi una preghiera per la loro anima che si purifichi, in questo giorno molti saranno liberati e assunti in Cielo. Se avete scelto la vita di Dio avete accettato le conseguenze che sono numerose, ma soprattutto sulla Mia Grazia le conseguenze delle vostre debolezze, ma molti di voi siete incamminati sulla strada della perdizione, vi rendete conto?
Riflettete sulla condizione della vostra anima e come potete uscirne da quella via, dovete fermarvi immediatamente, mettervi a pregare, implorare il Mio perdono, la Mia misericordia, a invocare l'illuminazione dello Spirito Santo per ritrovare la giusta via.
Se il mondo e il suo spirito vi attirano e vi trascinano sulla facile via della ricerca del piacere, della soddisfazione, senza che mai riuscite a contentarvi, allora siete sulla via sbagliata e non rispettate i Comandamenti e non dedicate ogni giorno un pò di tempo alla preghiera per incontrare il vostro Dio d'amore.
Dovete cambiare, non pensate a voi stessi, preoccupatevi anche dei vostri fratelli che soffrono, se non fate così, nulla vale di ciò che fate, perché il vostro pensiero è rivolto sempre alle vie tortuose delle tenebre e non vi salverete mai. I veri figli di Dio, i nuovi discepoli, chiamati in questi ultimi tempi, che sono i tabernacoli di Dio, non sono animati dallo spirito del mondo e sempre fuggono dalla tentazione, difficile è in realtà resistere all'appagamento, alle insidie del male.
Figli Miei, vi invito in questo, di aprire gli occhi, pensate alla vostra salvezza eterna, invocate Maria, la vostra Madre, Io vi darò la Mia forza che vi sarà concessa. Benedicendovi figli Miei vi colmo del Mio generoso amore, vi copro oggi col Mio manto materno di Madre per presentarvi al Mio diletto Figlio.”



"Io desidero la salvezza di queste anime"
Sabato 29 Settembre 2007 - SS. Arcangeli - Messaggio del Signore Gesù

Giuseppe Auricchia: “Il 29 Settembre 2007 sono in preghiera davanti alla Madonnina, prego intensamente per un'anima per la sua salvezza, vedo Gesù e così mi dice:”

“Grazie delle tue preghiere che siano più frequenti, prega per tutte le anime che sono immerse nelle tenebre. Io desidero la salvezza di queste anime, cerca di non abbandonarle, prega dicendo:

"O Mio Signore Crocifisso, per il dolore delle tue carni sante immacolate,
trafitte per amore Tuo, Ti prego, santifica nel Tuo volere,
liberaci dal peccato e dal Tuo e nostro nemico satana,
Te lo chiedo a nome della SS. Croce, col sangue versato dalle Tue piaghe,
purificali nel suo cuore; con l'acqua sgorgata del Tuo cuore,
accendi la sua anima dal fulgore delle Tue ferite divine,
fa che i raggi d'amore che da Te scaturiscono si infliggano nel suo cuore,
che hai mandato a me, che siano tratti infuocati che gli stampano
l'impronta del Tuo amore nel suo cuore, Gesù, concedi l'amore delle tue piaghe,
che il demonio sparisca per sempre su di essi.
Fa che un'ardente sete di Te, una sempre più profonda
immedesimazione con Te, una sempre divampante carità.
Dì Mio Signore, se Tu mi mandi ti chiedo purificali dalle colpe,
rendili sempre pronti al servizio del Tuo Regno.
Gesù col Tuo divinissimo sangue accoglili fra le Tue braccia
e Tu unico mio Tesoro che mi hai annunziato quel tuo dono
per essere sempre pronto al servizio dei miei fratelli e sorelle
e portare l'umanità perduta nelle tenebre al Tuo Regno. Amen.”



"Io, Maria, La Novella Pentecoste"
Mammanelli, domenica 30 Settembre 2007 – Messaggio pubblico della Madonna

"Caro figlio, scrivi questa rivelazione, l’annunzierai a tutti, tu sei stato chiamato a dare testimonianza alle Nostre parole.
Io, Maria, la Novella Pentecoste, ho dato al mondo la Mia rivelazione.
E’ stato lo Spirito Santo a manifestarmi, è stato il Padre a donarmi a voi, ma sarà il Figlio ad aprire i sigilli del Libro della Vita, così capirete finalmente ciò che è rimasto nascosto per duemila (2000) anni.
Avete la luce per capire, per scoprire il grande amore di Dio per questa Figlia adorata, sarà la manifestazione radiosa di Dio, che ha rivelato all’umanità fedele a Dio, che lo rivelerà ancora attraverso Maria.
Maria sarà la più grande manifestazione di Dio, che inonderà il mondo con la potenza dello Spirito Santo.
L‘umanità intera dovrà costatare questo grande miracolo ad irradiarsi la fiamma dell’amore della SS.ma Vergine Maria.
In questo mondo senza fede che sta per sprofondare nelle tenebre e conoscerà il grande sconvolgimento, prima che ritorni a credere, questo creerà un mondo nuovo con la forza della fede, e la fiducia della fede porrà la sua radice nelle anime.
La faccia della Terra sarà rinnovata perché non c’è mai stato un diluvio di grazie da quando il VERBO si è fatto UOMO.
Il mondo sarà immerso nel grande dolore. Lo laverà con la Sua intercessione, con la Sua forza, con la Sua potenza solo Maria, La Madre di Dio.
Questo messaggio è rivolto a tutta l’umanità, è rivolto a voi che lo ascoltate, portatelo nel vostro cuore, diffondetelo a tutti, cosi capirete che la fine dei tempi è vicina.
Preparatevi! Con un vestito nuovo! Perché quando Lui verrà non vi trovi sprovvisti della Sua Grazia.
Grazie che siete venuti, vi parlerò l’ultima domenica di ottobre.
Benedicendovi nel Nome Santo di Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo"



H  O  M  E