"Vengo con la Mia Croce di Luce"
Avola, 15 aprile 2008, ore 14:30 – Messaggio di Gesù

"Figli, questa gioia è riservata per il vostro tempo. Generazione, tu non sai quanto (quando?) satana e il suo impero con immensa potenza hanno scalato l’apice del loro potere in tutte le Nazioni, lui ed il suo seguito si sono rivoltati contro di Me in piena coscienza, per fare naufragare la fede e spezzare il Mio patto con l’umanità per sempre.

Il suo disegno di alterare le Scritture dall’inizio alla fine e togliere la Mia parola.
La Mia parola che è verità, che è saggezza del Mio linguaggio e della Mia Croce per farne un suono stridente, una teoria razionale, filosofica, una falsa saggezza e con questi vuoti insegnamenti nutriranno una moltitudine di persone per poi portarli alla morte.

A Roma esiste una cospirazione di malvagi che cerca di rimuovere il Mio Vicario dal posto di Pietro.
Roma città eterna delle colline, le forze (avverse) si sono riunite per veder capitolare il posto di Pietro, il comunismo e l’ateismo ma ancora questo tempo non è arrivato.
Ho udito parole gravi per i giorni duri dell’avvenire, ma anche le Mie parole di misericordia per il mondo intero che sarà scosso dalla presente crudeltà.

Ora scrivi ciò che ti rivelo, è pura verità perché Io sono verità e luce, scrivi per i Miei sacerdoti santi, per i Miei vescovi che hanno dimenticato la Mia presenza sulla Terra e che sto operando come venti secoli fa, scrivi per il Mio fedele popolo che Mi ama.

Il tempo che voi vedete, queste ore attuali sono ore e tempi storici, perché essi sono i segni degli ultimi momenti prima dell’avvento del MIRACOLO della CROCE.
Tutti i Miei figli che hanno guardato la Croce del Mio amore per amarmi ed umilmente mi avranno pregato per la loro guarigione, saranno sanati.
La Lucente Croce avrà la prerogativa di guardare i buoni. Vengo con la Mia Croce di Luce, voi attenderete la prima apparizione della gloriosa manifestazione di Dio, che verrà a conoscere i Suoi servitori. Benedicendoti"


"Sono il Dio dell’Amore e non dell’odio"
Avola, 16 aprile 2008, ore 10:30 – Messaggio di Gesù

Giuseppe Auricchia: “Ritornato dalla Santa Messa, sono andato a letto tra dolori e sofferenze, pregavo Gesù per la salvezza di questo mondo, vedo Gesù che mi dice”:

Gesù:
"Non essere triste, sono Io, sono qui Giuseppe, con te, in te, per te e tu sei con Me, per Me. Io ti amo e vorrei che tu scrivessi queste Mie parole di testimonianza di Me.
Giuseppe, aiutami a salvare il mondo col dono, donandoti a più anime possibili, è il solo fine di un padre che vuole la salvezza dei propri figli.

Io, Gesù, il Salvatore e Redentore di tutta l’umanità, dico che l’umanità di tutte le razze, di tutte le religioni, di tutte le filosofie più o meno errate, più o meno nella verità, che in tutto ciò che viene dall’alto anche se poi è nascosto dal pensiero umano, in tutte le filosofie, religioni ed insegnamenti, c’è un po’ di verità, ma attenzione alla menzogna del maligno che si traveste di angelo di luce, specie in questi ultimi giorni malvagi.

Si traveste da falsi sacerdoti, falsi apostoli e discepoli, dice false parole attraverso dottrine  teosofiche partendo da una verità, che è la Mia, ma è corrotta dal pensiero umano, quindi sono dottrine demoniache che si infiltrano nella mente e nei cuori degli uomini per corromperli e condurli su false piste e farli perdere nelle foreste infernali, dove poi saranno divorati dalle fiere di lucifero.
Oggi satana agisce su tutti coloro che amano Me e la verità.

Scrivi ancora, sono Io che te lo ordino, sono Io la vostra vita eterna. È Me che amate sulla Terra e significa che starete con Me in Cielo.
Umanità, più ti allontani da Me che sono la Luce, più cadrai nel buio del Mio e tuo nemico, più non Mi ami e più Mi odierai e più il castigo si farà immensamente insopportabile e dal quale non potrete più tornare indietro verso di Me.

Chiamo ancora tutti voi sacerdoti di tutte le razze e di tutte le religioni, Io sono l’unica e vera verità, venite a Me che vi sanerò le ferite bevendo il Mio sangue che vi purificherà in eterno, poiché Io sono il Dio dell’Amore e non dell’odio, Io sono il Dio vero.

Io lascerò che in questi ultimi giorni ognuno di voi, individuo su individuo, anima su anima, spirito su spirito, che ognuno scelga da solo il suo eterno destino, lascerò a voi la scelta della vostra vita (eterna) o condanna, e sarete voi stessi che vi condannerete attraverso i vostri atti e pensieri, e soprattutto dei vostri peccati, che fanno di voi delle bestie senza discernimento della vostra imperfezione.
È la ragione che differenzia l’uomo dalla bestia.

Ti lascerò solo, uomo, ti lascerò solo con te stesso se non rivolgerai lo sguardo verso il Cielo e verso di Me che ti attendo misericordioso come sempre, uomo, non preoccuparti di nulla preoccupati invece di presentarti a Me in candida veste.
Venite con le vostre lucerne piene di olio santo, è l’amore che vi chiedo, venite a Me, ogni momento della vostra vita, vieni a Me popolo Mio".



"L’università dello spirito"
Avola, 20 aprile 2008, ore 09:15 – Messaggio di Gesù

Giuseppe Auricchia: “Mi trovo in chiesa per la Santa Messa, sono le ore 09:15 dopo la comunione ho visto una luce meravigliosa, vedo Gesù che mi dice”:

“Scrivi figlio Mio, scrivi per i tuoi fratelli che sono qui riuniti insieme a te, qui in questa casa, la Mia chiesa di Cristo Re, il Re dei re.
Figlio, non siete mai soli. Abbiate fiducia e fede, venite in questo luogo santo a ristorare la vostra anima, a bere il Mio sangue, a purificare il vostro spirito tramite il Mio corpo, a santificarvi con la Mia acqua. Questo luogo che Io ho voluto fosse non solo chiesa o cenacolo ma, università dello spirito, qui voi venite e da qui andate via irrorati, ristorati ed alleggeriti delle vostre pene tramite la Mia divina presenza ed azione purificatrice.

Vengo in mezzo a voi, tra di voi, in voi, per voi e vi evangelizzerete tramite i Miei pargoli, i Miei discepoli, i Miei apostoli di questi ultimi tempi e tramite l’azione evangelizzatrice diventate anche voi, uno ad uno, sempre più Miei ed a vostra volta che seguirete ad evangelizzare il mondo, tramite il vostro esempio, l’amore, l’ubbidienza e l’apostolato di Cristo Gesù, il Figlio di Dio.
Voi che siete la primizia del Mio popolo, del Mio nuovo popolo e della Mia nuova Chiesa, della nuova èra che nasce, qui siete riuniti in un solo corpo, in un solo spirito, qui venite ad adorare Me, in verità vi dico chi adora Me, specialmente in questi tempi, sarà da Me glorificato in eterno.

Figli Miei, cosa devo dire ancora oltre quello già detto duemila anni orsono, ero sempre Io come Parola ad intervenire nella storia dell’uomo attraverso il popolo di Dio, da Me scelto, dal Padre scelto e tramite noi lo Spirito Santo lo ha illuminato per essere di esempio all’umanità.

Non ho scelto i dodici e poi tutti gli altri e non ho chiamato nei secoli migliaia e migliaia di anime a rappresentarmi sulla Terra, come luce e fari per i popoli che vivono nelle tenebre?!
Non Mi rivelo a voi e non chiamo oggi voi con tutta la Mia Divina Volontà, per dirvi restate con Me?! Dimorate con Me! Rimanete con Me!
Ho bisogno figli, altrimenti il mondo perirà definitivamente.
Da Roma è iniziata l’èra Mia, l’èra di Cristo Re, da Roma è iniziata l’èra dello Spirito Santo per i Miei apostoli, discepoli e per tutta l’umanità.

Voi vedrete le stelle che cadranno dal cielo, sono coloro che non hanno saputo preparare il Mio popolo, poiché essi sono prigionieri di beghe umane e politiche, tanto da non sapere più distinguere la notte dal giorno. Come potranno riconoscere la Mia Parola se navigano nel buio? Siete catturati e imprigionati nella ragnatela del regno del demonio.

Leggete i Miei scritti a voi dati come dono misericordioso da Me e dai Miei apostoli, la Mia voce è luce, è verità che illuminerà la vostra mente.
Popolo Mio, Io sono lo specchio eterno e loro tutti i piccoli frammenti di questo specchio, essi sono Me, Io sono loro.
La Mia Parola viene ispirata e scritta da te, piccolo Strumento, da Me suggerita esce dalla tua bocca per comunicarla a tutto il Mio popolo. Benedicendoti Io, Gesù Cristo”.



"Vi dico, i messaggi di amore e di richiamo non passeranno"
Avola, 24 aprile 2008 – Messaggio di Gesù

Giuseppe Auricchia: “Il giorno delle rose di Maria (il 24 del mese), mi trovo in chiesa per la Santa Messa, dopo la comunione vedo Gesù che mi dice”:

“Piccolo Strumento, scrivi.
Io sono con te, tu già partecipi alla Mia gioia, tu sei unito a Me anima Mia, nulla ci dividerà, Io e te, tu ed Io siamo una cosa sola, solo amore. Ora i nostri sguardi si incontrano e tu sei il Mio tabernacolo, ricevi l’ondata dell’immensità del Mio amore.

Ascoltami e scrivi, il Mio sangue scorre ancora su voi tutti, ho bisogno delle vostre preghiere. Io ti aiuterò a superare le barriere degli uomini nel mare tempestoso che vive ma ti ispira la Mia grazia. Io vengo a voi che non placate la tempesta dell’anima. Discendo nella vostra anima con la Mia grazia, infondo luce e calore nel viaggio della notte nell’amore di Dio Padre.

Non temere, va con linguaggio d’amore della Mia parola che è vita, parola non compresa da ma ti ispira come l’alito di vento ove riposano le anime che Mi amano.
Io sono Gesù del cuore amato ed in voi cerco riposo.

Ascoltami in questo giorno delle rose della Mia madre, ti dono il Mio cuore, la Mia vita, tu devi scrivere quanto senti, Io ti guiderò, ti darò coraggio, forza e fiducia, lo Spirito Santo è qui con te nella luce e nell’amore, voglio che tu obbedisca, che tu soffra per Me dell’amore del tuo Gesù .
Io sono fuoco, fuoco d’amore, voglio che il Mio tempio bruci, bruci del Mio stesso amore, vengo come fuoco che arde d’amore per questa umanità.

Giuseppe, sono il tuo Gesù nell’anima, voglio rimanere con te, voglio conservare con te, voglio la tua anima e tu rispondi al Mio amore, quello che Io dono a te. Dimmi chi porta, chi ti conduce ai verdi pascoli? Chi ti sostiene nelle incertezze? Chi ti mette in guardia contro i pericoli?

Io, Gesù Eucaristico, vi dico che le parole rivolte a questa umanità, i messaggi di amore e di richiamo non passeranno, perché come quelle del Vangelo vengono da Me, dal Mio Amore Eucaristico.
Desidero che te e gli altri pregate affinché la Mia luce discenda in voi.
Desidero che vi rivolgete alla Madre Mia per conseguire questo fine.
Desidero che richiami i primi prescelti.
Venite a Me per la via dell’amore che Io, Gesù Eucaristia, vi ho donato.
Ora pregate, pregate, siate umili, profondamente umili come Me, Gesù.
Desidero che la Mia volontà sia fatta e che quel giorno in voi la Mia gioia sia completa.
Desidero che ogni sacerdote che conosce i messaggi riferisca a se stesso queste amorevoli esortazioni e venga a Me, ritorni a Me nell’umiltà, Io lo esaudirò se sarà sincero.


Sacerdoti! Vi chiamo ancora, vi attendo.
Vieni a Me anima benedetta vicina al Mio Amore Eucaristico, sono in te, ti ispiro, ti parlo. Siate nella Mia gloria, assomigliate a Me come piccole Ostie Eucaristiche, siate nell’ostia consacrata, un’unica Ostia, un altare davanti al trono del Padre Mio, qui nei Cieli”.



H  O  M  E