"Permette all’anima, al corpo, allo spirito di liberarsi"
"Innalza e rende limpida l’anima"
"Quel Corpo si dona ancora a voi dopo duemila anni"

Avola, 05 giugno 2008, ore 18:30
Messaggio privato della Madonna del Pino


Giuseppe Auricchia: “In chiesa, durante l’ora di adorazione nella mia parrocchia”.

"Scrivi figlio. Grazie di essere qui, molti non vengono poiché in loro manca la vera fede.
In verità vi dico, un luogo di preghiera si definisce santo luogo, come santi si dovranno chiamare tutti i Luoghi che sono stati calpestati a piedi nudi da Me, dal Mio Figlio Gesù.

Figli Miei, il vostro essere qui, il vostro desiderio di ricevere l’insegnamento della Parola Santa è qui, il vostro amore verso di Me, Madre dei vostri cuori, Madre dolcissima vostra è qui, perché qui ricevete tutti il Mio amore materno e tante grazie vengono elargite.

Andate in chiesa con la consapevolezza di volere ricevere sulla lingua e non sulle vostre mani il Salvatore Redentore, Gesù Eucaristia, tutto il Divino Gesù viene attraverso il sacerdote che viene santificato attraverso la liturgia Cristiana della Santa Chiesa Cattolica, Apostolica, Romana, il rito che trasforma santificando un’ostia di pane in Corpo Santo dove voi mangiate, e metabolizzate la Santità di Dio.

Figli, quante sono le persone che vanno alla confessione, meraviglioso atto penitenziale donato all’uomo ed alla donna per la vita terrena e per l’umana debolezza, un atto che permette all’anima, al corpo e allo spirito di liberarsi, (specie a chi) non può più fare un passo verso la luce, invece ecco la confessione che riabilita, vi purifica, vi rende ancora una volta degni di “possedere” Dio.

Se nella confessione rendete tutti i vostri peccati a Dio, questa confessione riaccende la vostra anima e vi dona lo stato di grazia di essere figli di Dio, perché l’assoluzione data da Dio tramite il sacerdote lava, purifica, imbianca, pulisce, sgrassa, deterge, innalza e rende limpida l’anima, la rende degna di partecipare al banchetto delle nozze con l’Angelo quando si partecipa al convito nuovamente col Mio Gesù per ricevere sulla lingua, nella bocca il Suo Santissimo e Divino Corpo.

Ecco allora che tutto il vostro umano essere si comunica, si unisce al Padre tramite il Sacrificio di Gesù, quel Corpo flagellato, ingiuriato, martoriato, vituperato, quel Corpo si dona ancora a voi dopo duemila anni come atto riparatorio per ciascuno di voi e per tutto il mondo, mondo che oggi è in pericolo e con esso tutta l’umanità per colpa di uomini amanti di voler stabilire una nuova civiltà umana senza Dio.

Figli Miei, se comprendete cosa è veramente la confessione, confessatevi con i Miei bravi sacerdoti, se sapreste veramente nel profondo del vostro cuore cosa è la comunione, la fareste tutti i giorni con l’anima pulita dalle sozzure del mondo e lavata dalla confessione.
Accettate questo appello di Madre che è sempre in mezzo a voi, pregate il Santo Rosario unito a questa preghiera e recitatela tutti i giorni".


"Santissimo Calice di Gesù,
Tu sei stato il Mezzo Divino della Redenzione iniziata nel Santissimo Cenacolo,
dove fu da Dio Gesù istituita l’Eucaristia, che è il perpetuarsi del Suo Sacrificio,
completato con la Sua morte, sofferenza, dolore e che ha condotto l’umanità
alla eterna salvezza tramite la Croce, simbolo non solo di sofferenza
ma di vittoria sulla morte, seguita dalla Sua Resurrezione
che è poi la nostra vittoria sul male e sulla morte.
Noi Ti offriamo nel Calice della Resurrezione, in questa Santissima Eucaristia,
vero Corpo e vero Sangue Tuo, tutto il nostro essere in corpo, anima e spirito
per essere da Te salvati, riconquistati a vita eterna e da Te amati,
accettati così come noi siamo, in grado amarti e di accettarti
con tutte le nostre umane debolezze, imperfezioni e limitazioni.
Questo Cenacolo, questa Eucaristia e questa Croce rendono a Te gloria in eterno,
o Cristo Gesù, e Ti chiediamo di donarci tutte le grazie
che ai piedi della Tua Gloriosa e Santissima Croce noi poniamo ed a Te affidiamo.

Santissima Eucaristia, donaci tramite ciò che è stato già sofferto dal nostro Signore Gesù Cristo, le grazie che Ti chiediamo ...

Ti ringraziamo Santissima Trinità, che hai voluto ascoltare questi Tuoi figli,
ai quali certamente concederai, tramite il Miracolo Eucaristico,
ed in virtù della Croce Gloriosa di Gesù Cristo,
tutte le grazie che abbiamo umilmente domandate,
ma ricordando sempre che tutto ciò che a noi viene,
nel dolore e nel piacere, nella sofferenza e nel godimento,
è sempre per il nostro bene, Ti preghiamo, o Signore,
sia sempre fatta la Tua Divina e Paterna Volontà. Amen"



"Il Comandamento della Purezza"
"Rimanete puri nell' anima e nel corpo"
"La castità è pegno di grande purezza"

Avola, 13 giugno 2008 – Messaggio di Gesù


Signor Auricchia. "Mi trovo in chiesa per la Santa Messa. Oggi la Chiesa onora Sant'Antonio di Padova. Dopo la Comunione ho visto Gesù e così Mi dice".


"Figlio, scrivi questo Mio dettato. Dio Onnipotente vi benedice, vi custodisce nel Suo Amore.
State in pace, nella Pace che lo vi dono. Restate in pace, rispettando fedelmente i Miei Comandamenti, affinché non possiate perdervi mai lungo il cammino.
In questo giorno, vengo a parlarvi di un altro Comandamento importante che dovete rispettare, è il Comandamento della Purezza per essere figli di Dio.
Lasciate le cose vane, i piaceri di questo mondo, fino a quando seguite le vie del mondo, non siete mai figli di Dio.
Rimanete puri nell' anima e nel corpo, scagliate lontano da voi ogni occasione di impurità.
Si, vi dico che il peccato dell'impurità è un peccato gravissimo, come gravissimo è il peccato della non purezza nel matrimonio.
Chi commette impurità perde immediatamente la sua innocenza e insozza il luminoso legame che lo unisce al Creatore, perdendo la grazia di Dio.
Come è importante la purezza e la castità per ogni figlio di Dio, essa deve essere vissuta a tutti i livelli.
Non dimenticate che i vostri corpi devono rimanere Tempio dello Spirito Santo, quindi non sporcate più il vostro corpo, con passioni impure, con desideri carnali che portano in voi le tenebre, al posto della Mia Luce.
Purificate la Mia dimora, affinché lo Spirito di Vita possa risiedere in ciascuno di voi.
Il mondo oggi vive nell'impurità e non castità più totale, nel vizio e nella perdizione, senza nemmeno rendersene conto.
Figli Miei, non siate più fra costoro ma siate puri, lasciatevi infondere dalla Purezza e dalla Castità e dalla Santità di Dio.
Non dimenticate che la castità è pegno di grande purezza se vissuta liberamente, secondo la volontà di Dio.
Tutti voi che siete abbandonati all'impurità di ogni sorta, ritrovate fin d'ora il cammino della purezza, respingendo i vostri errori, i vostri comportamenti sbagliati, venendo a Me, implorando il Mio perdono.
Tenete sempre davanti agli occhi l'esempio stesso della Purezza Perfetta di Gesù e Maria, Puri e Casti nel corpo, nell'anima e nel cuore.
Dovete essere simili a Loro. Pregate affinché vi procurino questo dono della Purezza tanto indispensabile nel Regno di Dio.
Vi benedico nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo".



"… Attraverso questa tua sofferenza …"
"Ti disperi e pensi di non aver fatto nulla per Me"
"Insegna loro a pregare"

Avola, 19 giugno 2008, ore 17,30 - Messaggio di Gesù


Signor Auricchia. "Sono le ore 17,30. Sono nella mia parrocchia per l'ora di Adorazione di Gesù Sacramentato. Durante le mie preghiere vedo una Luce luminosa, è Gesù e cosÌ mi dice".


"Dio ti benedice figlio Mio. Io conosco la tua sofferenza e i tuoi dolori, l'afflizione del tuo cuore, la tua difficoltà.
Figlio Mio, piccolo Strumento, tu stai portando una pesante croce. Sono le tue prove offerte completamente a Me. La tua vita sulla Terra Mi è gradita perché operi per Me ed Io sono al tuo fianco.
Fedeltà alla tua missione speciale, affidati a Me, prepara le anime che si sono allontanate da Dio, e attraverso questa tua sofferenza, la Mia Luce viene concessa a loro.
Molte anime sono state salvate dal demonio, per la tua opera verso di Me.
Piccolo Mio, sappi, Io ti dono sempre la Mia Forza per superare le tue prove. Persevera, prega il Santo Rosario, anche la Mamma Mia veglia su di te.
Sappi che Io attraverso di te, voglio guidare le anime sul cammino della fede e della pace. Attraverso la tua bocca desidero istruire sulle verità della Fede.
Sappi che il Mio Spirito d'Amore, parla attraverso te, senza che tu te ne renda conto.
Ti voglio nella pace e nella fiducia, completamente abbandonato alla Mia Mano Divina. Alle volte però, ti disperi e pensi di non aver fatto nulla per Me e ti senti smarrito.
Io ti chiedo di ascoltarMi con più attenzione nel tuo cuore, cosÌ ogni giorno posso guidarti meglio.
Lasciati semplicemente guidare da Me, continua ad aiutare i bisognosi e fai conoscere la Mia Parola.
Insegna loro a pregare.
Benedicendoti, Gesù il tuo Salvatore"



"Questo Mio silenzio voluto da Dio Padre"
"Gesù sta operando come venti secoli fa e non è riconosciuto"
"Ti chiedo di fare pregare tutti per la grazia che attendete"

Avola, 29 giugno 2008, ore 06
Messaggio privato della Madonna del Pino


Giuseppe Auricchia: "Sono le ore 6, sto pregando per i sofferenti, per gli ammalati di spirito, di corpo e dell’anima, vedo Maria, così mi dice".

"Giuseppe, figlio Mio, ascolta e scrivi a Mio Nome ma non per te sofferente. Ti ho custodito nel Mio cuore di Madre, Gesù ti ha dato la manna del deserto, tu sei più vivo di prima in Me ed ogni giorno avanzi sempre più alla Croce di amore.
Questo Mio silenzio voluto da Dio Padre deve precedere la Volontà di Gesù su di voi e voi in raccoglimento attenderete la Sua Ora.

Giuseppe, devi scrivere i Miei messaggi per farli pervenire ai Miei sacerdoti e vescovi , per capire la Mia presenza e quella di Gesù sulla Terra.
Gesù manifesterà loro la Sua parola, Gesù in questa epoca malvagia sta operando come venti secoli fa e non è riconosciuto, come allora non fu riconosciuto dai sommi sacerdoti che lo condannarono a morte.

Ti chiedo di fare pregare tutti per la grazia che attendete, tu prega per la tua sofferenza che rivesti ed accetta tutto per amore Mio. Sono e sarò sempre in te, con te, ti donerò la luce e la Mia grazia. Ai chiamati donerò anche per te più luce, più forza, ma tu ed altre anime piccole dovrete molto soffrire.

La luce verrà attraverso la Rivelazione da Me operata nei Miei messaggi e dopo le prove, Gesù si manifesterà in Spirito di Verità.

Giuseppe, presto ti darò un altro messaggio di amore e di speranza che scriverai nella tua sofferenza ed umiltà, ti darò forza per scrivere e povertà di spirito che rimane in Me, tu sei sempre quel piccolo Strumento di cui posso servirmi per scrivere, non temere, ascolta la Mia voce che ti parla.

Se i Miei sacerdoti, i vescovi, comprendessero questo Mio linguaggio.
Sacerdoti, a chi darò il Mio amore?
Ai poveri! Ai miseri! Agli innocenti che vivono solo per Me!

Sacerdoti, vescovi, vi farò dono del Mio cuore ricco di amore, farò il dono più fervente di amore perché le vostre anime siano presenti e siano immerse in Me.
Io insegno nel silenzio, amate i Miei messaggi, non disprezzateli per vostra comodità e ricordate che è Gesù che dona la luce, ma Io sarò a voi con la Mia parola e voi donatela a tutti i figli Miei.
Benedicendoti Io, Maria Immacolata".



H  O  M  E