"La verità di Dio è limpida, è pura"
"Vivere nello spirito di verità è ciò che piace a Dio"
"Nel nome della verità annunziava a tutti i popoli"

Avola, martedì 8 Settembre 2009 – Natività di Maria Vergine
Messaggio privato della Madonna del Pino


Giuseppe Auricchia. "Mi trovo in chiesa per la santa Messa, dopo la comunione vedo Maria, la Madre di Dio, sconvolta dal dolore, cosi mi dice.

Giuseppe, piccolo Strumento Mio, scrivi, non temere.
Oggi siate tutti benedetti dal Mio cuore materno e addolorato, oggi vengo per trasmettervi queste parole che tu attentamente ascolterai e scriverai per tutti i figli della Terra, mentre il tuo cuore è lacerato dai tuoi fratelli, anche da coloro che hanno la responsabilità di capire e metterli in pratica.
Uomini non mentite, in nessun caso dire il falso contro il prossimo, né contro i tuoi fratelli innocenti.
Renditi conto che la verità di Dio è limpida, è pura, mentre la menzogna oscura la verità e la tua mente, renditi conto sempre di vivere nello spirito di verità, è ciò che piace a Dio.
A qualunque costo dovete testimoniare e parlare con verità, non vivere nella menzogna colpa del tuo orgoglio e del tuo io, rifiuta di essere strumento del male, rifiuta di ledere la dignità della persona umana testimoniando contro la verità.
Renditi conto quanto male potresti provocare contro di Me e dei tuoi fratelli testimoniando il falso.
Figli, Io vi amo, in questo giorno santo e benedetto vi chiedo da Madre Addolorata, di recuperare fin da ora la vostra purezza del cuore, vivendo nella verità, siate semplici come lo sono Io, seguite sempre l’esempio del Mio diletto Figlio Gesù Cristo, Dio e Salvatore di tutti gli uomini, nel nome della verità annunziava a tutti i popoli il Suo Vangelo, in nome della verità Egli fu inchiodato sulla croce ed in nome della verità vi ha richiamati nel messaggio del 30 agosto scorso ( “La Via della Verità è la Vita Gesù, il 30/08/09), con parole di amore perché Lui è Dio d’Amore.
Figli, ascoltatemi se mi amate, se volete che Io sia ancora la guida della vostra vita.
Benedicendovi Io, Maria Madre Addolorata per causa del vostro peccato.
Benedicendovi sono Maria Addolorata".



"Io non sono là dove voi siete …"
"Lo Spirito si serve della materia …"
"Essere perfetti come il Mio Vangelo, unica legge d'Amore"

Avola, 14 Settembre 2009 – Esaltazione della Santa Croce
Messaggio del Signore Gesù


Giuseppe Auricchia. "Prego intensamente per tutti gli ammalati del corpo e dello spirito, ma prego di più Gesù dicendo: dolce mio Gesù Vi amo, Vi adoro, Vi supplico con tutto l'essere della mia anima per un sacerdote, Vostro ministro. Salvatelo Gesù, fate che possa salire l'altare per celebrare la Vostra liturgia, i misteri divini della Vostra passione, morte e resurrezione. Allora vedo una Luce che mi avvolge e mi acceca la vista, è il mio dolce Gesù e così mi dice.

Signore Gesù:

"Giuseppe scrivi, non avere paura, sì, sono Io, il tuo Signore che
ti comanda di scrivere e tu oggi scriverai per i Miei sacerdoti.
Giuseppe, non fermare il Mio messaggio d'Amore e di Vita, non ascoltare coloro che ti demoliscono per farti cambiare e vivere nella loro pace, che non hanno.
Se ti fermi, non potrai più seguirMi e sentire la Mia Voce.
Strumento Mio, scrivi ciò che ti rivelo, scrivi per i Miei sacerdoti.
Fratelli Miei, figli Miei, servi perduti,
sacerdoti confusi dal frastuono del mondo, ascoltateMi.
Io non sono là dove voi siete, Io sono sulla Croce e vi sarò per sempre,
fino a che voi non ritornate insieme con tutta l'umanità, ad essere figli di Dio.
Io sono con voi fino all'ultimo giorno, giorno del giudizio.
Io sono e sarò con voi fino alla fine dei tempi.
Ascoltate Miei sacerdoti, ascoltate, voi vedrete le Mie lacrime di sangue!
Ascoltate, bagnate le vostre labbra con le Mie lacrime, perché sono lacrime di sangue divino.
Piango sangue, ho sudato sangue nel Getsemani, ed ora piango sangue per voi sacerdoti,
vescovi che non credete alla nostra presenza sulla Terra.
I Miei occhi sono accecati dal peccato dell'uomo.
Un uomo ormai ridotto ad una bestia.
Una bestia che potrebbe essere, attraverso di voi,
elevata alla dignità gloriosa di figlia di Dio, là dove siete voi.
Io vi ho riscattato e voi siete Miei, totalmente Miei.
Venite. venite a Me sacerdoti, accarezzateMi ed Io accarezzerò le vostre anime, il vostro spirito, vi accarezzerò per l'eternità.
Figli Miei, dovete rinnovarvi dentro, dentro di voi,
poiché il rinnovamento della Chiesa deve essere compiuto dentro di voi sacerdoti.
Il sacerdote deve cambiare, deve santificarsi.
Il sacerdote è ministro di Dio e deve essere Luce non scandalo.
Molti di voi lo sono!
Il Rinnovamento non serve farlo con le regole, le regole sono per la Chiesa istituzionale
ed essa non può vivere senza la Chiesa spirituale.
Lo Spirito si serve della materia,
cosi Cristo Gesù si serve della Chiesa, Tempio di Dio.

Il corpo, il vostro corpo, cari Miei sacerdoti!
Molti di voi in questi tempi tenebrosi, Mi disgustano con i loro atti, le vostre piccolezze e
cattiverie peccaminose, che spiritualmente non sono secondo la Mia legge.
Ascoltate ciò che Io in questi ultimi tempi vi faccio sapere, attraverso i Miei messaggeri, per rendervi edotti di ciò che deve avvenire.
In questo giorno dell'Esaltazione della Mia Croce, se non ascoltate i Miei servi e serve,
anime elette, vittime per voi stessi e per la Mia ancora non terminata Resurrezione; se non applicherete e non metterete in pratica ciò che essi dicono attraverso i loro scritti, che non sono loro, e le loro bocche che parlano per Me, ricordo a voi sacerdoti, che il Padre Mio viene per ricondurvi all'obbedienza, poiché non riuscite ad essere perfetti come il Mio Vangelo, unica legge d'Amore, perché Io sono Amore.
Sacerdoti Miei, seguite il Mio Amore, amatevi l'un l'altro, amate il Mio popolo. prendete esempio dai Miei apostoli degli ultimi tempi, ricordatevi, essi sono i nuovi testimoni della Mia Verità.
A voi dico sacerdoti, vescovi, cardinali, che in questo giorno benedite il Mio popolo, su di voi scende il Mio Spirito che accarezza le vostre anime.
Benedicendovi, Gesù di Nazareth"



"Vedo una Donna vestita di Sole che appare nel Cielo"
"Viene il Figlio della Donna vestita di Luce"
"Compiere tutto ciò che la Madonna ha chiesto a Fatima"

Avola, 15 Settembre 2009 – Beata Vergine Maria Addolorata
Visione e messaggio privato della Madonna del Pino


Giuseppe Auricchia. “E' la notte del 15 Settembre 2009. Mi chiama la Madonna: “Svegliati non è ora di dormire”. Vado dinanzi alla Sua immagine, mi inginocchio, vedo la Vergine Maria, porta un vestito bianco tutto di Luce. Porta in braccio un bambino avvolto in un panno luminoso, poi mi dice:

Vergine Maria: “Figlio, oggi ti farò scrivere un messaggio. Mi dice di guardare dietro di Lei. C'era un Trono pieno di Luce. Tu scriverai dopo che hai visto e sentito”.

Giuseppe Auricchia: "Io vedo le Potenze del cielo che si scatenano. Angeli che combattono contro esseri mostruosi.
Un fumo bianco che cade sulla terra. Poi una grande fumata nera che avvolge la polvere bianca. Due Angeli che suonano una grande tromba. Sento un rombo dal cielo, vedo un grande fuoco che avvolge il cielo. Questo fuoco resta sospeso sulla terra, mentre il fuoco che cade sulla terra, dove arriva, avvolge e tutto diventa verde e tranquillo.
II fuoco cadeva sulle case, alcune venivano distrutte, altre venivano avvolte da una grande Luce, e si sentivano suoni di tromba e glorificazione al Figlio di Dio.
Cade ancora fuoco sopra un fiume di acqua limpida, ispira pace e tutti prendono l'acqua per bere. Nelle case, passata la grande Luce non vi è più paura, non vi è più lotta, ma solo amore e purezza. Non vi sono più marito e moglie, solo amore reciproco.
Gli Angeli, che suonano una grande tromba, intonano un canto da destare tutto il creato.
Vedo una Donna vestita di Sole che appare nel Cielo e un dragone rosso con tutte le sembianze, vorrebbe avvicinarsi, ma la Donna con un solo sguardo lo fa precipitare ove non si riesce a vedere il punto finale.
Sopra una grande nuvola, con una grande potenza, viene il Figlio della Donna vestita di Luce, posandosi sulla terra, tutto diventa tranquillo e luminoso.
Gli Angeli elevano un canto dolcissimo e, il Figlio della Donna chiama a Sé tutte le creature che gli sono state fedeli. Mentre da quelli che vengono allontanati, si sentono grida e lamenti; gioia e amore è per chi è vicino al Figlio della Donna.
Le Chiese inizieranno a fiorire, emaneranno profumo di rose e gigli. I celebranti parlano lingue nuove. I loro occhi contemplano il Figlio della Donna. Le loro labbra non fanno che rendere lode.
Lo Spirito Santo chiede al Papa di compiere tutto ciò che la Madonna ha chiesto a Fatima e in tutti i luoghi delle Sue Apparizioni, ai Suoi eletti di questi ultimi tempi.
La Madonna benedice tutti. Presto ogni casa, ogni famiglia vivrà in sé la gioia di avere visto la Donna vestita di Sole e il Suo diletto Figlio”.



"Con questo messaggio ancora una volta
avverto tutti i capi delle Chiese di ogni Confessione
che Io ritorno Presto"

Avola, 20 Settembre 2009, ore 03 – Messaggio del Signore Gesù


Giuseppe Auricchia. "E' la notte del 20- 21 settembre 2009. Sono le ore 03 e qualcuno mi sveglia. E' Gesù e cosi mi dice:”

"Giuseppe, non dormire, scrivi, sono Io, sì sono proprio io, il tuo Signore. Scrivi non temere, Giuseppe, è urgente! Annuncia al mondo intero che Io ritorno e tutte le Nazioni grideranno il Mio Nome.
E' vostro dovere aiutare i vostri fratelli che sono ancora in una grande oscurità.
Io vi istruirò a poco a poco, ma poco è il tempo rimasto, affinché non ci sia nessun cedimento nella vostra fede.
Vi darò il necessario per poter avanzare in queste tenebre. E' evidente che nessuna barca può avanzare nella tempesta, senza seguire il faro che mostra il porto e senza essere equipaggiata per sostenere l'assalto delle onde ribelli. Voi sarete sballottati ma sostenuti e il porto sarà illuminato di giorno e di notte.
Io sono la luce del mondo. La Mia Luce vi indicherà sempre il rifugio del Mio Santo Cuore. Si, se l’imbarcazione è fragile si avventeranno i flutti scatenati, rischiando d'essere trascinati verso il largo e di perire, ma Io vi terrò al limite del naufragio e riempirò tutte queste anime imprudenti che Mi chiameranno proprio in quel momento. Giuseppe non angustiarti per questo lavoro d'informazione, inizia ad essere compreso e si estende un pò dappertutto.
Io ho scritto con la tua mano per coloro che devono apprendere ciò che Io chiedo a loro. Non fermare il Mio messaggio di vita, ma vedi, anche se metto tutto il Mio Cuore in queste righe, crederanno solo a metà, perché ci sarà sempre il loro io che sarà sempre più radicato, più profondo della Mia Santa presenza in loro. Essi non sentiranno la Mia anima, santa e afflitta tra le grida verso di loro, essi hanno una apparenza devota, le loro devozioni sembrano sincere ma in verità, malgrado la loro conoscenza della Mia legge, hanno in sé il dubbio e non possono comprendere che davvero, Dio parli a loro per una vita diversa da quella che si aspettavano, per crederMi.
In verità ti dico: saranno migliaia, migliaia, milioni che si uniranno nel tuo Paese per giudicarMi di nuovo:
<<  Tu sei Figlio di Dio, ma non c'è ancora l'autorità della Tua regalità, non agisci da padrone, ma sempre come servitore. Tu lasci ad altri la cura di annunciarti e non scegli coloro che hanno autorità nella Tua Chiesa per mostrarti a loro e parlare a loro, poiché Tu hai detto che Tu sei il Re, Figlio di Dio e Dio stesso, seconda Persona della SS. Trinità. Quale bisogno hai Tu di servirti ancora del meno che niente per farti annunciare? >>
Beato te, innocente che hai creduto in Me e soffri per Me!
Io ti risponderò che la Mia Chiesa è stata informata per prima e che Essa ha rifiutato il Mio messaggio d'amore e di salvezza.
Io ti risponderò che solo il lattante può riconoscere sua madre, mentre l'estraneo sapiente, l'erudito non possono riconoscerla, essi ignorano l'unione dell’anima e del corpo del bambino con sua madre.
Voi passate ancora una volta vicino a Me senza vederMi. Io sono sempre Colui che è nascosto dalla trave che avete negli occhi. Voi non volete conoscerMi né trovarMi nella Mia Santa Verità feconda, in questi tempi che Io vi accordo ancora per ritornare a Me e farMi conoscere dalla moltitudine.
Solo l'autorità della Mia Chiesa, in cui ho rimesso tutti i Miei poteri, potrebbe farlo e attraverso di Me.
Dio ha parlato agli uomini servendosi di umili servi e serve.
Il Padre Mio, la cui bontà infinita voleva far conoscere al mondo il Suo messaggio della Croce gloriosa per evitare la catastrofe che non cessa di aumentare sempre più.
Con questo messaggio ancora una volta avverto tutti i capi delle Chiese di ogni Confessione che Io ritorno Presto.
Avverto che Io sono Colui che sceglie ancora, oggi come ieri, coloro che devono proclamare di fronte al mondo che Gesù di Nazaret, il Figlio dell'uomo resuscitato, sta per tornare in tutta la Sua gloria per stabilire il Suo regno d'amore sulla vostra Terra, affinché il Cielo e la Terra non siano che un solo e medesimo regno di cui Dio è padrone di tutto.
Avete dimenticato che ve l'avevo annunziato già da molto tempo? Potete continuare a mentire, giudicando ciò che Io faccio e disprezzando ancora coloro che Io invio a voi, oggi come ieri, essi sono stati e continueranno ad essere disprezzati, giudicati, bestemmiati da tutti coloro che dubitano che Dio parli attraverso loro, che Dio voglia agire attraverso di loro. Giacché Io desidero informarvi prima attraverso le Mie VOCI della Terra, prima che VOI intendiate il tuono della Mia VOCE, profonda come l'abisso che è ancora sopra di voi, perché VOI Mi avete rifiutato, e VOI state ancora lì a domandarvi se ritornerò, se i Miei piccoli non si stiano perdendosi su parole vane, parole di Dio?
Si ritornerò e il Cielo e la Terra ne sono testimoni.
Dio è una sola parola, parola vivente e Io verrò. Tutto passerà ma la parola di Dio è eterna. Essa è d'oro per essere di peso, contiene tutto ciò che è stato fatto prima e dopo l'origine dei tempi.
Tutto ciò è stato fatto fin dall'origine della vostra Terra, tutto è stato fatto a partire dalla Mia parola vivente.
Dunque, se oggi il Mio santo cuore vi chiama e vi parla, è il vostro Dio, Lui che è unito nell'amore del Padre e dello Spirito santo vi annuncia che Dio si manifesterà a voi tutti.
Quando la Mia sapienza divina giudicherà che è venuto il momento buono, poiché sono impaziente di ritornare e il fuoco del Mio santo cuore Mi brucia, perché ha fretta di riversare sul mondo intero e ha fretta di rivedere ciascuno di voi in un faccia a faccia.
Si, il Mio Santo Cuore continua a sanguinare d'amore, poiché è incompreso da quelli che avevano l'incarico di annunciarMi al mondo intero.
Questo dubbio si può vincere solo con l'amore, Io parlo alla Mia Chiesa che è rimasta muta. Essa non ha riconosciuto la Mia voce, allora viene il tempo in cui farò annunciare da coloro che rinnoveranno la Mia Chiesa con l’aiuto della Mia SS. Madre.
Questa sarà la Chiesa che con Maria prepara il Mio ritorno, unita con i Miei apostoli e apostole.
La Mia Chiesa pura e bella, sènza macchia e senza rughe.
Con voi, Miei diletti, la Mia SS. Madre prepara il Mio ritorno, popolo di sacerdoti, popolo di fratelli, popolo di consacrati, come la Mia dolce Madre e San Giuseppe hanno preparato i loro cuori a riceverMi, cosi fate anche voi.
La Mia Chiesa sarà unita e dolce e come le braccia di Maria, la Mia tenera Madre, Ella sarà splendente nella luce di Dio, perfetta come la verità unica e semplice di Dio.
Ella vi darà il vero nutrimento che non perisce mai. A lei, solo allora Mi donerò per nutrire la moltitudine che tornerà a Me, perché la Mia Chiesa riposa sempre sulla roccia di Cristo stesso, malgrado tutti quelli che cercano di distruggerla. Essa sarà incrollabile, non ci saranno affatto muri, perché Io Mi estenderò fino all’infinito, estenderò le Mie membra sacre a voi tutti, Miei prediletti, diventati santi della santità del vostro Dio, tre volte Santo.
Benedicendovi, Gesù il vostro Signore"



"Le Mie parole sono per il momento presente"
"La grande tribolazione è in arrivo"
"Vieni Signore Gesù"

Avola, 21 Settembre 2009 – Messaggio della SS.ma TRINITA'


Giuseppe Auricchia. Il 21 settembre 2009 pregavo dicendo: Ho dolce mio Gesù, Ti adoro, Ti amo, Ti supplico illumina il mio Vescovo. Non possono dire che sono pazzo, perdonali, abbi pietà, Tu sei misericordioso. Vedo Gesù e così mi dice:

"Giuseppe, non fermare il Mio messaggio di vita perché devo unire tutti i Miei figli.
Non cessare di chiamarMi,  ascoltaMi. Io vengo per continuare ciò che è stato iniziato con te. Il Mio dolce Cuore desidera che tu sia disponibile fino alla fine.
Vieni a Me, raggiungiMi, ti parlo, ti parlerò ancora, scrivi ciò che ti dico.
Le Mie parole sono per il momento presente, esse sono per voi il conforto che ripara ciò che si è rotto, sciupato o persino distrutto.
E' necessario che la Mia parola sia diffusa là dove non sono ancora potuto penetrare, perchè si diffonda a profusione per essere intesa da tutti coloro che non hanno ancora sentito parlare di Me, della Mia santa Verità e del Mio amore misericordioso.
Non affliggerti, sarai sempre perseguitato come l'uccello ferito, che si nasconde per sopravvivere davanti alla muta affamata dei cani lanciati al suo inseguimento.
Giuseppe, figlio Mio, Io sono con te, Io sono la tua roccia, Il tuo rifugio. Le loro zanne non potranno raggiungerti, conoscerai un tempo ancora più difficile, sarò con te, non ascoltare coloro che ti demoralizzano, incitandoti ad abbandonare per ritrovare infine una vita tranquilla.
Se ti fermi non farai più la Mia volontà e non potrai più seguirMi, ne sentire le Mie parole. E' forse questa una vita normale? Io non ti abbandono anche se la strada si copre di rovi. Io eliminerò e aprirò, Io stesso, il passaggio, sarai molto vicino a Me.
E' necessario che passi questo giorno con l'intera notte.
Questo giorno è ancora lungo, affinché si compia la Mia volontà in te come in tutti coloro che io ascolto per portare avanti il Mio disegno in voi tutti, affinché si costruisca questa nuova terra con i cieli nuovi.
Presto la Mia santa Vigna conterà numerosi operai. Impara ad appoggiarti sulla Mia forza in te, su quello che ho messo nel tuo cuore.
Rinuncia alle aspettative di questa terra, alle vane promesse di questo mondo.
Ti chiedo di guardarti intorno con i Miei occhi. Vedi non sono pronti, non possono ancora capirti. Allora aspetta, semina e aspetta in questa confusione ancora nel cuore degli uomini.
Ricordati del giorno in cui vi ho riuniti. Tu hai detto a loro che ti avevano chiesto di dire e hanno capito solo le proprie ragioni, cioè la ragione di odiarti di più. Guarda quanto è triste il tuo Dio davanti a questa nuova assemblea del Sinedrio. E tutto ciò nella nuova Gerusalemme.
Come altre volte sono tutti desiderosi di farmi morire, affinché la loro vita terrena continui senza scossoni, non vogliono cambiare le loro abitudini, vogliono distruggere ciò che chiedo a loro: di innalzare la Mia croce gloriosa, segno del Figlio dell'uomo, che è l'annunzio del prossimo ritorno della gloria di Gesù Risuscitato, essi fanno morire l'umanità con Me ed ecco l'angoscia della Mia tomba.
Ecco apparirà nel cielo il Figlio dell'uomo, Io in persona per riunire gli eletti dai quattro angoli della terra, la Resurrezione è realizzata.
Giuseppe, figlio Mio, hai fatto ciò che ti ho chiesto, perché era necessario che tutti si ricordassero della Mia parola.
Piccolo Strumento, ti ho fatto parlare per Me, grazie a coloro che ti hanno aiutato.
In verità Io apparirò, affinché la Mia parola sia santificata per sempre, Io verrò, aprirò le loro orecchie, affinché Mi sentiranno, cosi i loro sensi comprenderanno tutto ciò che ho detto al mondo intero.
Coloro che hanno dubitato fino a rinunciare al Mio messaggio d'amore saranno stupefatti, annichiliti e potranno infine rendersi conto della loro mancanza di fede nell'autenticità del Mio messaggio. Coloro che crederanno realmente nella Mia Croce, nella Mia parola e che sono consacrati a Me, nel loro disprezzo con calunnie di pazzia, nulla hanno fatto per dare la loro vita alla Mia croce.
Saranno giudicati per la loro eccessiva determinazione nel tacere e il loro rimorso, che non li lascerà più vivere in pace. E' sui danni causati dopo un passaggio di un uragano che si conosce la sua forza distruttrice e soprattutto, perché non si è fatto annunciare. Il mondo conoscerà ore di angoscia, e ognuno di voi avrà la sua parte a causa dell’incoscienza degli uomini.
Ecco venire a voi questi momenti insopportabili di paura, di angoscia, in cui l'uomo si sentirà come in mezzo a un mare scatenato, senza incontrare un appoggio, un sostegno, un conforto, nulla per salvarlo da questa forza malvagia, che si è scatenata come una tempesta in un solo istante, senza comprendere il perché, quindi Io vi avverto di tenervi pronti perché la grande tribolazione è in arrivo.
L'uomo che per sua volontà si è separato da Dio ha rotto tutti gli ormeggi, che lo legavano all'unico pilastro del suo salvatore, la roccia sulla quale la Santissima Trinità ha costruito tutto ciò che è puro e buono.
Venite, ascoltateMi, Io vi purificherò, vi renderò mondi, vi toglierò ogni impurità e vi troverete davanti al vostro Re e Salvatore, rivestiti dell'abito più bello e la vostra anima ritroverà sua bellezza primitiva per comparire davanti al suo Dio Re.
Le anime hanno tanto sofferto della Mia assenza, anche le più pure. Esse scopriranno subito che sono davanti al loro Redentore, al loro Consolatore. Quale gioia, quale felicità!
Hanno appena trovato la Mia strada e avanzano per entrare per la porta della Mia Croce.
Vengono da ogni parte, da ogni Paese, da tutte le cose che le hanno tenute prigioniere durante cosi lunghi secoli, dando a loro come nutrimento un latte amaro e inacidito, miscelato con un miele soporifero, Io le nutrirò, le desterò come solamente il loro vero Padre può fare.
Si, Io le cullerò come un agnellino orfano che si lascia portare sulle spalle del suo pastore per dargli tutto il suo calore, Io darò loro il latte che le aiuterà a crescere: la Mia parola nutre e fa crescere.
Ma quando la Mia Croce di verità e di luce sarà elevata, in quel momento voi sarete tutti entrati nel Mio unico vero ovile.
In quel momento attirerò tutti e tutto a Me, perché tutto ritornerà a Dio.
Ecco la Mia terra purificata è la vostra terra che vi nutre, terra di amore e di perdono.
Figlio, dì al mondo intero che il Mio amore è più forte dell'odio e che Gesù di Nazaret viene a vincere il mondo e il tempo.
Ecco che Io vengo.
           Vieni Signore Gesù
Egli tutti vi benedice a nome della SS. Trinità”



"Lui, il Pane Vivente offerto a tutti gli uomini"
"Deponete ai piedi della Sua Croce tutti i vostri peccati"
"Venite con l’anima pura a ricevere Gesù"

Avola, domenica 27 Settembre 2009, ore 06 – Messaggio privato della Madonna del Pino


Giuseppe Auricchia. “Pregavo costantemente per tutti gli ammalati di corpo e di spirito, dicendo: Gesù, dolce mio Dio, Vi amo, Vi adoro. Vi supplico dolce Gesù e Maria per un sacerdote; all'improvviso una luce invade la mia stanza, vedo la Vergine Maria e così mi dice”.

“Io sono la vostra Mamma, la vostra Mamma d’amore, vi dò la Mia benedizione affinché il vostro cuore si apra alla Mia parola, aprite bene le orecchie ed il cuore alla Mia volontà.
Non dimenticate che il Mio divin Figlio è venuto dal Cielo.
Lui, il Pane Vivente offerto a tutti gli uomini per la loro salvezza e resurrezione, ecco il dono di Dio, offerto da Dio stesso per mezzo dell’Eucaristia.
Come soffre il Mio cuore di Madre nel vedere questi cuori freddi e indifferenti nell’accogliere questo supremo dono di grazia.
Quanto soffro a causa del vostro cuore così impuro, sudicio, poco propizio a donarsi al Mio diletto Figlio.
Figli Miei, vi prego di non fare più soffrire il vostro Dio, il vostro Creatore, il Sacro Cuore, questo Cuore di Madre che vi chiede, venite e avvicinatevi alla mensa del Sacrificio, deponete ai piedi della Sua Croce tutti i vostri peccati, tutta la vostra sordità, ricevete con fiducia il dono del Suo Amore attraverso la comunione.
Figli del Mio Cuore, vi chiedo aprite la vostra bocca a riceverlo, aprite il vostro cuore per accoglierlo nella più grande umiltà, nella più grande semplicità.
Ricevete il Suo Corpo, il Suo Sangue più sovente per potervi santificare, l’Eucaristia è il pane, il cibo delle vostre anime e nella vostra vita l’unico legame con il vostro Salvatore.
Vi chiedo figli Miei, non lasciatemi più sola, siete la Mia consolazione, quando entrate nelle chiese, non dimenticate di rivolgermi un’Ave Maria, affidatemi il vostro cuore ed entrerete nel Mio Cuore divino, sarete veramente figli di Dio e luce dei popoli.
Venite con l’anima pura a ricevere Gesù, il Mio diletto amato Figlio e riempirete i vostri cuori della Sua presenza in mezzo a voi.
Vi benedico tutti Io, Maria Piena di Grazie”



H  O  M  E