"Comprendessero la preziosità della vita che il Signore concede"
Avola, giovedì 2 Febbraio 2012, ore 13 – Ricorrenza della Candelora
Messaggio privato della Madonna del Pino a Giuseppe Auricchia


Giuseppe Auricchia: “Con P. domani mi devo recare nel luogo delle apparizioni, perché la Vergine Maria, tanti anni fa, desiderava che ogni primo venerdì del mese si recitasse la Via dolorosa del Figlio. Da tanti anni quindi, stiamo eseguendo il desiderio che ci ha chiesto Maria. Sono solo a casa, sono le ore 13, davanti all’immagine di Maria, recito la coroncina dei sette dolori di Maria. Vedo Maria e così mi dice:”

“Grazie figlio Mio, oggi 2 febbraio la Chiesa celebra la festa della Candelora. Sappiate con certezza che Maria si è associata al conforto del Figlio.
La festa della Candelora è annoverata tra la feste mariane. Ora è ripredestinata (ripristinata?) nel suo significato come festa di Cristo che viene presentato al Tempio.
Le candele accese hanno origine dalle parole di Simeone, che indicano il Santo Bambino come Luce delle genti.
L'intima associazione della Madre alle sofferenze del Figlio è affermata espressamente dalle parole profetiche di Simeone, ma è anche frutto della comprensione dalla Chiesa che, sotto l’influenza dello Spirito, ha congiunto la memoria del Figlio a quella della Madre.
Qui il Vangelo ci presenta due persone anziane di grande importanza e valore.
In questa giornata intessuta di preghiera, di digiuno, di fiducia a Dio, sanno che sono loro ad alimentare la speranza del popolo, giovani e vecchi.
Sarebbe bello che, anche da questo episodio, le persone anziane comprendessero la preziosità della vita che il Signore concede ancora a loro. Farebbero così tesoro della Luce che proviene dalla Candelora, che è la Luce del mondo. Benedicendoti Io, Maria Addolorata”



     

"Io Dio ero, Dio sono, Dio sarò per secoli e secoli"
Avola, sabato 11 Febbraio 2012, ore 12 – Messaggio privato della Madonna e del Signore Gesù


Giuseppe Auricchia: “È il giorno 11 Febbraio 2012, alle ore 12 sono in preghiera davanti all’immagine di Maria, ricordo l’anniversario di quando è apparsa a Lourdes, ma questa volta La vedo con gli occhi pieni di lacrime e così mi dice:”

“Figlio Mio, è urgente il Mio richiamo per tutti i popoli del mondo, ma soprattutto per i Miei sacerdoti, vescovi e cardinali.
Vi prego, rimanete fedeli alla vostra consacrazione. State tutti vicini al Mio Vicario perché gli uomini di questo mondo lo vogliono eliminare. Pregate, popolo Mio, fate atti di adorazione, riparazione, perché non avvenga la sua morte.
La gente dice che sarà presto. Io, la Beata Vergine Maria, lo proteggerò da ogni male perché nessuno sa cosa accadrà dopo la sua morte.
Tutte le profezie potentissime che ancora non sono state svelate, non lo saranno.
Molti veggenti parlano di profezie perché sono protetti da servi inutili.
In questo mondo difficile, dove camminate al buio e non sapete dove andare, Io, Dio, vi chiamerò a voce alta dicendovi:
<< Io Dio ero, Dio sono, Dio sarò per secoli e secoli >>.
Giuseppe, tieni fermi quei numeri che ti ho dato una sola volta, e sono numeri che voi troverete nel libro della Genesi, leggete anche l’Apocalisse di Giovanni e vedrete la Mia Verità.
Pregate, adorate Dio nell’Altissimo Sacramento. Per voi tutti tabernacoli viventi, è urgente, portateMi alla gente, donatemi al Mio popolo che non sa dove andare con questi governi. Benedicendovi Io, Maria e Gesù”



"Cari figli, al Mio messaggero gli è permesso di dire queste parole
dopo aver ricevuto un messaggio segreto che pubblicherà il 25 Marzo"

Avola, 26 Febbraio 2012 – 1° Domenica di Quaresima
Messaggio privato della Madonna del Pino a Giuseppe Auricchia


"Cari figli, al Mio messaggero gli è permesso di dire queste parole dopo aver ricevuto un messaggio segreto che pubblicherà il 25 Marzo.
Gli uomini che governano si sentono sapienti, non riconoscono che sono guidati da satana.
Tra di loro esiste un gruppo di pianificatori che vuole costruire una repubblica universale. Il loro piano è quello di eliminare la vera Chiesa di Dio.
Essi la otterrebbero celermente se il Seggio di Pietro fosse abbandonato, ecco perché vi annunciano la morte del Papa, ma sappiate che essi non sanno più studiare all'interno di se stessi come salvarsi.
L'umanità si trova coi piedi sul banco degli imputati e aspetta la sua sentenza davanti il Tribunale di Dio.
Se Io, la Madre di Dio, ti dessi dei dati che tu chiedi, non vi sarebbe più nulla da costruire.
Preparatevi sin da oggi per quello che vi aspetta. Amate il vostro Dio, ringraziatelo, seguite il cammino indicato da Lui, che sia una rinuncia veramente totale e profonda che viene dal vostro cuore di veri figli di Dio.
Questi uomini che si atteggino come angeli di luce, mentre portano nel loro petto un cuore nero e cattivo e fuggono agli occhi del Padre, non potranno andare avanti, ma in verità vi dico quanto sono cattivi e che sono erba da estirpare dai campi, che saranno bruciati dalla Giustizia Divina.
Nessuno di loro è sapiente e non è al di sopra del vostro Creatore.
Pregate, pregate, pregate, Io vi benedico. Maria Addolorata”



H  O  M  E