"Venite dunque, figli Miei,
a recitare il Rosario
e fate che anche gli altri lo recitino"

Avola, mercoledì 5 Gennaio 2011, ore 16 - Messaggio privato della Madonna


Giuseppe Auricchia: “II pomeriggio del 5 gennaio 2011 alle ore 16, ho visto Maria con la testa inchinata verso il basso. A volte, durante il rosario, piangeva”.

“Figli Miei, del Mio cuore, il cuore di Mio Figlio Gesù e il Mio sono molto addolorati.
Figli Miei, perché state esponendo i figli del Mio cuore, i sacerdoti, nominandoli in pubblico, per quale motivo?
Figli Miei, se uno di voi sbaglia, può chiedere perdono al cuore di Gesù e chiedere che il suo nome non venga rivelato.
Perché, se hanno veramente fatto del male, lo sbandierate in giro? Possono essere corretti, ricevere ciò che meritano e non essere esposti.
Figli Miei, invece di esporli in pubblico, pregate per loro, affinché possano convertirsi.
Questo è ciò che Mi fa male al cuore e vorrei dirlo alla gente e al mondo!
Guardatevi intorno, sacerdoti, di ciò che accade, guardate ciò che è successo in Islanda. Non arrivate a cogliere ciò che queste cose indicano, non capite che la natura sfoga la sua collera, non capite un terremoto la dove avviene. Tacete, riflettete profondamente, questa isola non è speciale. Anche l'isola potrebbe passare attraverso tutte queste cose.
Cosa aspettate, attendete, figli Miei! Qualcosa di peggio di quanto è già avvenuto?
Non avete sentito parlare, non avete visto il buio passare sull'Europa? Questo non interessa a voi?
Potrebbe accadere anche il peggio. Ad altri vulcani potrebbe accadere ancora di peggio.
Figlio Mio, ti dico: aprite bene gli occhi, non fate venire su questa isola, cose invano. Vi dico ancora una volta: lasciate il divorzio, l'aborto e le separazioni.
Figli Miei, è necessario che Io continui a parlare di questi argomenti, non per nuocere a loro, ma come una madre, che ama veramente i suoi figli.
Venite dunque, figli Miei, a recitare il Rosario e fate che anche gli altri lo recitino.
Solo questo può superare tutte le cose, solo con esso si possono evitare i vostri naturali errori.
Il Rosario è forte, recitatelo se Mi avete ascoltato. Benedicendovi Io, Maria, Madre della Pietà”



"Ecco, di nuovo dall'Egitto parte la scintilla di morte ai cristiani"
essi sono guidati da satana
vogliono il dominio totale e materiale di questo mondo"

Avola, giovedì 6 Gennaio 2011 - Epifania - Messaggio privato del Signore Gesù


Giuseppe Auricchia: “Sono in chiesa per la Santa Messa. Dopo la comunione vedo Gesù, così mi dice:”

“Figlio Mio, alzati, cammina, scrivi, perché tu sei rivestito della Mia luce e la Mia gloria brilla su di te, perché sei perseguitato. Alza gli occhi e la tua mente, guarda intorno come la gente non ha voluto ascoltare i richiami e gli avvertimenti. Hanno detto, queste sono minacce di Dio.
No figlio Mio, questo è amore e per l'amore sono morto sulla Croce.
Essi mentono vergognosamente su di Me. Col potere dato dal dragone, essi assecondano l'odio implacabile e lo spirito di vendetta, facendo guerra a tutti i santi e a coloro che sono del gruppo, che rifiutano di adorare la statua della bestia e non gridano morte ai cristiani.
Io sono venuto per ravvivare questa debole fiamma d’Amore, prima che il falso profeta la spenga tutta.
Finita questa Pasqua, non sapete quando, il mondo tremerà per la Mia potenza. Rivoluzionerò ciò che Io stesso ho creato. Nel fulgore della Mia gloria e maestà divina, mostrerò a loro la Mia potenza infinita.
Il fuoco dei nemici si farà vedere e sentire da vicino contro i cristiani, ma le loro armi saranno spezzate dall’Altissimo che sconvolgerà la terra.
Gli ostinati saranno presi dal terrore e dalla disperazione perché pochi si salveranno. State attenti figli, dalla mano del Padre Mio tutto è possibile.
Scuoterò in un solo colpo tutta la melma che si è formata nell'acqua del mondo!
Vedrete la Mia potenza, tutto sarà sottomesso a Me!
L'infame cadrà, ridurrò tutto in cenere, ogni pietra cadrà o resterà solo se lo Io voglio.
Attenti uomini, non sono minacce, tutto è scritto e tutto accadrà!
Il Mio giorno viene, scuoterò la terra, scuoterò i mari, scuoterò l’aria, scuoterò il fuoco, questo farò per significare la Mia volontà e la Mia onnipresente potenza. Temete la Mia santa ira!
Fino a quando state lontano da Me, piante inique, si fermeranno le acque, si scuoterà la terra e tu, uomo, non esisterai più!
Le tue opere sono fallaci, ti scuoti, ti dimentichi e passa con te la tua vanità, le tue regole insipienti, o uomo dalla dura cervice.
Che si dirà di te? Che hai abbandonato la retta via, dandoti al peccato e alla corruzione della carne.
Scrivi figlio Mio, non è stato fatto conoscere il mistero non è stato manifestato agli uomini della precedente generazione. Ora è stato rivelato ai Suoi santi apostoli e nuovi messaggeri di oggi, chiamati da Gesù Cristo a condividere la stessa eredità e di essere partecipi della stessa promessa per mezzo del vangelo.
L'avete ignorato non solo voi ma anche i Pilato, servitori di Dio.
Ecco, di nuovo dall'Egitto parte la scintilla di morte ai cristiani, essi sono guidati da satana vogliono il dominio totale e materiale di questo mondo. Nessuno si muove per venire incontro ai cristiani, neanche l'Europa.
Attenti uomini! Sappiate che la costruzione dell'Europa è il principio stesso della costruzione dell'impero romano di allora!
La scintilla della discordia, dello sterminio, parte ancora una volta dell'antichissima Mesopotamica Babilonia, Bagdad irachena, che sorge a pochi passi dalla distrutta torre di Babele.
Siate forti, non temete, ecco voi vedrete che si alza nel cielo il segno del Figlio dell'uomo, che parte dall'oriente fino all'occidente. Questo segno del Figlio dell'uomo è la Croce del Signore.
In quel momento, tutte le nazioni della terra si lamenteranno ed è solo in questa Croce che troverete la pace e la gioia. Non ci saranno altri segni, se non il segno di Dio stesso.
Se l'uomo non eleva la Croce in alto, la farò Io apparire ma non ci sarà più tempo.
Benedicendovi Io, Gesù Cristo”



"Tutto questo preparerà il vostro Paese al controllo dell'anticristo"
"A causa del peccato sempre più in crescita nel mondo"
"Voi vivete i tempi della grande confusione"

Avola, lunedì 17 Gennaio 2011 - Messaggio privato della Madonna


Giuseppe Auricchia: “La Chiesa ricorda S. Antonio Abate. Sono in chiesa per la santa Messa, dopo la comunione vedo Maria, così dice:”

“Miei cari figli, il vostro Paese andrà in rovina, a causa del disastro finanziario e lotte personali. Cresceranno conflitti interni. Da tale momento le scelte saranno infelici, le finanze povere, sarà una montatura soltanto per vederlo crollare.
Tutto questo preparerà il vostro Paese al controllo dell'anticristo, che arriverà presto al potere.
La Chiesa sotterranea non è molto lontana.
Figli Miei, presto sarete perseguitati, perché credete nel Nome santo di Mio Figlio e sarete messi alla prova. Rifiutate, come Lui, ma siate nella Pace, perché fra breve purificherà la terra. Pregate in questi tempi per avere la forza spirituale.
Io proteggerò le anime dei Miei eletti, ma dovete affrontare delle sofferenze fisiche.
Molta gente morirà a causa della persecuzione, alcuni verranno perseguitati per la religione di Cristo, altri saranno perseguitati per vecchi rancori personali.
A causa del peccato sempre più in crescita nel mondo, vi saranno delle lotte infinite, conflitti spirituali aumenteranno quando l'anticristo entrerà in scena.
Pregate costantemente, per avere la forza di sopportare le vostre prove future.
Ma sappiate figli Miei, che Io vi ho preceduto e ho sofferto tutto questo, seguendo il Mio Divin Figlio fino al Golgota.
Dovete soffrire per guadagnarvi il Paradiso, dovete soffrire come fece Mio Figlio ed Io.
Vi chiedo, continuate a visitare il Sacramento, state insieme il più possibile, recitando il Santo Rosario e fatelo recitare più spesso che potete.
Cari figli, vi chiedo come una Madre, non allontanatevi dal Signore, in lui è la vostra vera liberazione e salvezza. Siate docili ai Miei Appelli, non voglio forzarvi, ma aprite i vostri cuori, siate fedeli.
Voi vivete i tempi della grande confusione, cercate la forza nell'orazione, nell'Eucaristia e sarete vittoriosi.
Siate pronti a testimoniare coraggiosamente che siete del Signore e che le cose del mondo, non sono per voi. Benedicendovi, Io Maria addolorata”



H  O  M  E