"Siate vigilanti perché il male è tenace"
"Non giudicate, per paura di essere giudicati"
Avola, giovedì 7 Ottobre 2010, ore 11:30 – Nostra Signora del Rosario - Messaggio privato della Madonna


Giuseppe Auricchia: “Sono in chiesa per la Santa Messa, per la supplica alla Beata Vergine Maria. Sono le ore 11:30 e dopo il Santo Rosario vedo Maria e così mi dice :”

“Figli Miei, con i cuori contriti, ascoltatemi!
Il perdono di Dio è immenso, più grande ancora di tutte le vostre colpe, giacché Egli li ricopre con il Suo perdono; ma la giustizia di Dio è perfetta e reclama il vostro sincero pentimento per ottenere l'assoluzione del vostri peccati.
Se cercate nei Vangeli la risposta a tutti i vostri mali della terra, la Parola vi guiderà, ma se volete estirpare la pianta cattiva, unicamente strappandola, considerate bene che la metà può ancora restare in terra.
Siate vigilanti perché il male è tenace.
Figli, pregate Dio con tutto il cuore, vigilate e state attenti, perché il male non espanda le sue radici. Dio previene sempre, Dio guida.
Se l'uomo vuole agire da solo senza Dio, il male che vi alloggia può ancora svilupparsi.
Pregate che intervenga.
Accettate col cuore pieno d'allegrezza i misteri di Dio, che vi sono rivelati oggi nell'anima, dei vostri cuori uniti ai Santi Cuori adorabili di Gesù e Maria, i quali vengono ad insegnarvi le cose grandi e belle che vi sono state nascoste fino ad ora. Insegnandole, voi entrate nella santa Verità dei misteri d'amore, per viverle pienamente non giudicate, per paura di essere giudicati.
Figlio Mio, non trasferire il luogo. Lì sono venuta per volontà del Padre, per insegnarvi ad amare e perdonare. Guai all'uomo egoista, che non vuole capire, e a coloro che si uniscono al suo pensiero e rinnegano. Non avranno il Regno di Dio!
Se comprendono che tutti siete stati fortunati ad ascoltare le Nostre parole, grande sarà la vostra ricompensa.
Rendete grazie a Dio, che si unisce a voi per farvi partecipi della vita nascosta dei più grandi santi.
Gesù e Maria vi spiegheranno molte cose sante, molte cose che non sono state dette nei Vangeli!
Tutte queste belle cose divine, sono rimaste chiuse nel Cuore di Maria e nell’ultimo Vangelo, quello di Maria che apre a voi oggi, perché Ella l'ha scritto col Suo amore.
Le Sue parole, sigillate, sono quelle della Sua vita nascosta in Dio. Ella ve ne farà partecipi. Io in Cielo chiedo che tutti i Suoi figli comprendano meglio la grande umiltà della dolce Maria, Madre di Dio, che ha nascosto i Suoi misteri durante lunghi secoli.
In verità il dono di Maria è così grande in quanto la perfezione della Sua offerta d'amore viene da Dio. Benedicendovi, ecco Maria, la Madre che apre il Regno di Dio”



"Portare la luce del Padre, perché tu sei luce della Sua luce"
"Ricordati, la luce del Padre metterà satana in fuga"

Avola, lunedì 11 Ottobre 2010, ore 09
Messaggi privati della Madonna e di Papa Giovanni XXIII che in questo giorno la Chiesa ricorda


Giuseppe Auricchia: “Sono le ore 9, prego intensamente Gesù e Maria. Vedo il Papa Giovanni XXIII, così mi dice:”

Papa Giovanni XXIII: “Non piangere figlio, sii forte, chi vuole entrare nel Regno di Dio deve perseguire la via stretta, entrare dalla porta stretta”.

Giuseppe Auricchia: “Non lo vedo più e dico: Oh Gesù e Maria, le mie contraddizioni sono un martirio continuo. Oh Maria Santissima, Madre mia, tu lo sai non mi lamento mai, quante persone vengono, cercano il Tuo olio santo e benedetto, sono con loro sempre felice, umile nel rispondere e servirle. Vedo Maria e così mi dice:”

“Figlio, tu hai ricevuto la grazia di diffondere le nostre parole e portare la luce del Padre, perché tu sei luce della Sua luce.
Ricordati, la luce del Padre metterà satana in fuga.
Questa piccola croce, che porti, è piena del Suo amore, portala! Essa è di grande importanza! Il colore bianco è la purezza, il colore blu è il manto protettore di Maria, sotto il quale milioni di figli sono protetti, sotto il Mio manto contro la progressione costante del male che circonda il mondo.
Porta ai tuoi fratelli e sorelle questo regalo divino, che irraggia dal Padre e che toccherà il cuore di molti, è la Luce del mondo!
Figli e figlie, voi che vedrete e credete, il Padre farà sentire e vedere a tutti coloro che porteranno la croce.
Venite, ascoltate, il tempo è breve. Ascoltate, nonostante tutto, il Padre che così dice. Uomini, voi non troverete la pace se non accettate il Padre!
La corruzione è angosciante, state in guardia!
Proteggetevi con questa piccola croce, pregate il Santo Rosario e il Padre vi proteggerà, vi aiuterà. Non ascoltate satana, esso ruggisce di rabbia. Molta gente adora lo spirito maligno, lo spirito di perdizione. Molti preferiscono la libertà di satana e conducono una vita senza fede, senza legge di Dio e fanno tutto quello che Dio proibisce. Tanto dolore e sofferenza avranno da sopportare a causa di questo.
I briganti tradiscono la popolazione, la sfruttano e arricchiscono loro stessi, ma vedrete come il Padre li prenderà. Scervellati, in qualsiasi momento il Padre potrà richiamarvi e allora per molti sarà troppo tardi, la fine è terribile, perché la vostra anima non è stata purificata dai vostri peccati nel perdono, nel santo sacramento della confessione.
L'inferno è affollatissimo, pensateci bene, quindi preparatevi perché il tempo è breve.
Il Padre vuole anche che tutti voi e altri chiediate perdono, rendetevi umili davanti a Lui, il Padre è così, buono, pieno d'Amore e di misericordia infinita. Benedicendovi, Maria Immacolata”



“Date a Dio, quello che è di Dio,
a Cesare quello che è di Cesare”

Avola, venerdì 22 Ottobre 2010 – Messaggio privato del Signore Gesù


“Giuseppe sei già crocifisso con Me.
Rialzati! Io sono ricco, la Mia ricchezza non è il denaro o la necessità di questo mondo.
Guai, guai, guai, quel luogo è santo e benedetto dal Padre Mio, dillo se credono di avere superato le tue idee e i tuoi pensieri che sono i Miei!
Essi non avranno il Mio regno ma quello di satana, cioè lo stagno del fuoco eterno. Dillo al romano, ripeti le Mie parole quello che dissi ai romani, ai sacerdoti, agli scribi, ai farisei, al popolo di Gerusalemme.
<< Date a Dio, quello che è di Dio, a Cesare quello che è di Cesare. >>
Uomo, aspetto con te! Aspetto come te altre anime che tu conosci, e insieme conoscerete Me! A questo invito rispondimi solo per amore, poiché questo invito è un invito speciale del Mio cuore. Io, Gesù Cristo, non tu.
Non hai tradito a colui che ho scelto povero perseverante e tutti coloro che Mi amano con verità e umiltà (?).
Ricordati uomo, Io sono Gesù e sono anche padre dei poveri e sempre per questi Io ho cuore particolare.
Ricordati uomo, quando il povero diventa ricco serve e glorifica non Dio che lo ha creato ma serve colui che lo conduce nel segno del fuoco eterno, se crederà e verrà alla Mia gloria, il giorno non è lontano, avrà la vita eterna.
Questo giorno non è lontano, ma guai, guai, guai, povere anime che piangeranno lacrime amare per il suo peccato commesso.
Decido pazienza, perseveranza, amore, umiltà, Io li soccorrerò nel Mio Santo nome. Gesù Cristo”



H  O  M  E