Pagina pubblicata in settembre 2017

"L’AMORE DI DIO"
25 Dicembre 1994 - Messaggio della SANTISSIMA TRINITA'


Giuseppe Auricchia: “Il Padre annuncia:

"L'Amore deve essere amato. L'uomo è chiamato a decidersi per Dio, per essere toccato dallo Spirito Santo".
Questo mi è stato ripetuto: che le condizioni indispensabili per ciò che avviene è di offrire se stessi a Gesù Cristo attraverso il Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Accogliendo il Suo Amore e la Sua Redenzione, attraverso Gesù è possibile conoscere ed amare Dio per essere riconciliati con Lui. Rifiutare Gesù Cristo significa per l'uomo rifiutare l'Amore del Padre, che spesso lo spiega in questo messaggio e si sono espresse le tre Persone divine. Il Padre vi benedice e gioisce.


Messaggio di DIO PADRE

"CredeteMi questo non è soltanto un ricordo ma è qualche cosa di più: rinnovarsi nel Mio Amore attraverso Gesù in ciascuno di voi".
In realtà il Padre dice: "ogni cristiano dovrebbe vivere il Natale ogni giorno. Dovrebbe ogni giorno veder nascere Gesù in sé, dentro la propria anima.
Il mondo dovrebbe accogliere Gesù ogni giorno, ma purtroppo non è così!
Il mondo continua a rifiutare la Sua venuta. La rifiutò allora! La rifiuta oggi, non solo nel giorno di Natale ma ogni giorno.
Quando rifiutate Mio Figlio sull'altare, dove Egli si immola, nelle mani del sacerdote per ciascuno di voi, questo sacrilegio è grande. E' la più grave offesa rifiutare il Mio Amore.
Ve lo ripeto, viene a voi ogni giorno sull'altare e nei vostri cuori attraverso il sacerdote, ma quante porte chiuse? Quanti cuori chiusi?
Cosa posso fare per voi se non accogliete il Mio Amore, cosa posso fare per voi se non mandarvi il Mio Figlio, lo Spirito Santo, che gli uomini costantemente rinnegano e temono il Mio Amore.
Hanno paura di Me come Padre! Come Dio! Questa è la verità!
L'Amore di Dio è qualcosa che non lascia passivo nessuno, ma spinge l'uomo a cambiare la sua esistenza. Nulla è più come prima! Quando l'uomo incontra l'Amore di Dio, tutto viene messo in discussione, il modo di amare, di giudicare, di pensare, di vivere. Tutto questo, perché possa meglio rifiutare dicendo, non so, non vedo, non capisco, nessuno l'ha spiegato.
Io non lascio nessun uomo senza Luce!
Questo è venuto a dirvi Mio Figlio, è venuto a ricordarvi il Nome del Padre, è venuto a ricordare ad ogni uomo che, se lo desidera, può trovarLo attraverso la vita pura, l'Amore, il sacrificio e la bontà.
Non vi dico queste cose per rattristarvi, ma non vedete! No! Come il mondo va!
Ve lo dico per richiamarvi al vostro compito, esso è grande ed è quello di risvegliarvi al Mio Nome e vincere le paure delle persone.
Questo significa liberare i prigionieri di satana, ridare la vista ai ciechi, guarire gli ammalati, risuscitare i morti.
Ci sono tanti che sono morti nell'anima, che attendono di essere risuscitati nel Mio Amore e Io sono anche attraverso di voi.
Oggi desidero rafforzarvi in modo speciale per benedirvi nella vostra missione. Ovunque andate, qualunque realtà toccate, bella o brutta, siete i Miei figli, siete la Mia luce, la luce che portate agli uomini e che vi rischiara dalle tenebre.
Vi benedico, vi ringrazio per tutto quello che fate per Me.
Voi siete cari, molto cari, per questo vi mando per tutto il mondo nel Mio Nome, perché lo testimoniate a voce alta, perché tutto l'universo sappia che c'è un Padre, che ama e possa vedere il vostro volto nel Mio Volto".


Messaggio del SIGNORE GESU’

"Per noi amare è anche essere amati. Vorrei chiedervi oggi come vostro regalo per Me che comprendiate l'Amore che ho per voi. Non meditate una comprensione razionale e nemmeno teologica, ma voglio che vi sentiate amati come figli, come fratelli dello stesso Padre. Come creature di Dio non potete portare agli altri il Mio Amore, se prima non lo conoscete in voi.
L'Amore deve essere conosciuto dentro di voi, conosciuto per essere amato, per essere così ancora più conosciuto.
L'Amore è conoscenza e la conoscenza è Amore. Siete chiamati a conoscerlo e a farlo conoscere, soltanto così potete vivere e vi amerete gli uni gli altri per viverlo.
Nessuno può sperimentare, neppure, amare, ciò che non conosce nell'anima. Tanti dicono di amarMi partecipando a qualche rito, Mi studiano e Mi cercano nei libri, ma non Mi conoscono. Così pure Mi amano e credono di amarMi. Vi prego di entrare in questa conoscenza del Mio Amore, che sta alla base di ogni conoscenza e della vera sapienza.
Mia Madre non conosceva nulla quando l'Angelo le ha annunciato il più grande Mistero, ma ha amato e conosciuto quell'Amore dentro di sé e da allora ha compreso tutto.
Per questo vi ho donato lo Spirito Santo, perché vi aiuti a conoscere profondamente l'Amore di Dio.
CredeteMi quando vi dico che senza questa conoscenza dell'Amore divino, non c'è vera conoscenza. C'è una sapienza umana che non giova a voi. Studiate molto ma siete poveri di conoscenza. Le vostre biblioteche sono piene di libri e di trattati, ma non li conoscete.
Questa ignoranza vi uccide più del peccato, per questo oggi desidero chiedervi di entrare nella conoscenza profonda del Mio Amore. Conoscenza che si acquista con l'abbandono a Me.
Nel silenzio mite, così conosceteMi, nel cuore, nell' anima, nella mente."


Messaggio dello SPIRITO SANTO

Egli rivela e ricorda che l'Amore di Dio è il Mistero più grande dove l'uomo fatica ad entrare.
Osservate come l'umanità si affanna per conoscere i misteri. Tutti credono di poter ottenere ricchezza e potere, arrivando alla conoscenza dei misteri, i quali non potranno mai essere compresi dall'uomo se non conosce l'Amore di Dio.
Se non conosce questo Amore non conoscerà mai nulla.
Ogni mistero staccato dal mistero più grande, che è l'Amore di Dio, diventa follia, eresia, peccato e violenza.
E' satana che svela a chi lo serve i suoi misteri e sono misteri di morte.
Dio svela a chi Lo ama i Suoi Misteri e sono Misteri d'Amore, di Pace e di Salvezza. Questa è la grande lotta tra la Luce e le tenebre, tra il Mistero e i misteri. Tra il Mistero dell' Amore e il mistero dell'odio, tra il Mistero della Vita e il mistero della morte.
Chi non entra nel Mistero dell'Amore e della Vita, conosce l'odio e la morte.
Io sono sceso e scendo potentemente sulla terra, per rivelarvi il Mistero dell' Amore di Dio che è il Mistero dei Misteri, il Mistero antico e nuovo, il Mistero mai compreso. Poche creature arrivano a comprenderlo.
Tutti cercano l'amore e pensano di essere aperti a questo grande Mistero, ma spesso arrivano allo strato più superficiale dell'amore, che è umano e spesso sporco, perché angosciato.
L'umanità di questa terra, non è entrata nel Mistero dell'Amore di Dio.
Il Natale svela il Mistero più grande, quello del Padre verso l'umanità. Se l'umanità non entra nella conoscenza, nella comprensione del Mistero dell’Amore, che il Padre ha manifestato attraverso Gesù Cristo, non si salverà.
satana ha il terrore che l'umanità entri nel Mistero dell'Amore di Dio, perché satana sa che quando ciò avviene l'uomo è salvo.
Cadono le barriere, si scioglie il ghiaccio dei cuori, cadono i sensi, le colpe con i quali satana tiene schiavi gli uomini.
La grandezza del vostro compito consiste nello svelare l'unico grande Mistero, che regge tutto l'universo: l'Amore del Padre attraverso Gesù Cristo e nello Spirito Santo.
Questo Mistero regge l'universo, chi non vi entrerà crollerà.
Io vi aiuto, vi benedico, vi istruisco. Desidero introdurvi sempre più in questa conoscenza.
Voi pensate che l'Amore del Padre verso di voi sia grande Mistero, perché è inaccessibile all'uomo. No! Io vi dico che l'Amore senza Mistero è inaccessibile, perché l'uomo non lo accoglie.
Se l'uomo accogliesse l'Amore di Dio con apertura sincera e umiltà di cuore, allora il Mistero gli si rivelerebbe nella sua pienezza.
Senza questa apertura a Dio, il Mistero resta Mistero, fa paura ed è irraggiungibile.
I misteri di satana sono avvolti nel terrore. Chi cerca i misteri delle tenebre ne ha paura e se li cerca è mosso per interesse. Chi invece cerca l'Amore di Dio e lo cerca veramente, vede svanire ogni timore, trova le risposte e vede svelarsi in sé il Mistero. Oggi, giorno di Natale, desidero dirvi proprio questo: aprite il vostro spirito affinché il Padre possa rivelarvi il più grande Mistero dell'universo, che è il Suo Amore per voi. Ti benedico”



H  O  M  E