"O uomini, cercate la pace ma non la volete! ...Perché? "
Mammanelli, domenica 25 Aprile 1999, ore 12 - Messaggio pubblico della Madonna del Pino


"Cari figli, sono ancora la Madre vostra qui, in questa collina. Le condizioni del Mondo Mi hanno riempito il Cuore di dolore ma spesso viene rallegrato dall’Ave Maria che da questa collina vola in Cielo.
Figli, se Io mettessi davanti ai vostri occhi i giorni del vostro avvenire lascereste le vostre occupazioni per ritirarvi in una preghiera continua.
Pregate, pregate per la pace, pace, pace che vi sia nel mondo.
O uomini che governate, sarete dal cielo e della terra benedetti se voi porterete la pace al mondo ed Io, la Madre di Dio, sarò la vostra Madre, sarò la vostra Regina, sapendo quanto bene vi porterò nel Regno della volontà del Figlio Mio, per far cessare i vostri cuori induriti, non far cessare gli ardenti desideri di Gesù che vi ama, per far cessare le Sue e le Mie lacrime e riamarvi come veri figli.
Io vado in giro per il mondo, in mezzo ai popoli e le nazioni, per prepararli a ricevere il dominio di Dio, a voi uomini, vi avverto ancora, pentitevi dei vostri peccati, riparate i vostri peccati con la preghiera, il digiuno ed il Santo Rosario.
O figlio del Mio cuore, sappi che tutti i Miei richiami sono caduti nelle orecchie di coloro che non li vogliono sentire, né qui, né a Medjugorie, né altrove ma Io, la Madre di Dio preparo i popoli per fare scendere Gesù dal Cielo in Terra e con il Mio amore materno spingo le anime dei popoli a ricevere questo grande dono.
O uomini, fermate il vostro operato selvaggio prima che Dio ve ne chieda conto, tremendo sarà il Suo giudizio.
O uomini, cercate la pace ma non la volete! ...Perché?
Vivete in una Europa che non ama più Dio, non ha più fede in Dio e dopo venti secoli è tornata pagana.
E tu Italia, Italia, dove è la sede del Vicario di Mio Figlio Gesù, dove sono le tombe degli apostoli e dei Suoi martiri, tu fai guerra, questo perché chi ti governa non ha Cristo nel cuore.
O mondo iniquo, tu stai facendo di tutto per cacciare Gesù dalla Terra, a bandirlo dalla società, dalle scuole ma sappi, o mondo iniquo, tu stai abbreviando i tempi per abbattere e distruggere la Chiesa e uccidere i Miei Ministri, ma Lui col Suo ritorno sta preparando l’era dell’amore e tu farai fatica a bandirlo, Lui ti seguirà, ti affronterà, e ti diffonderà d’amore, Lui regnerà nel Suo trono più di prima e più splendente di prima e tu, mondo iniquo, cadrai ai piedi del Suo trono con la forza del Suo amore.
Figlio, ti chiedo ancora, si avvicina il mese di maggio, portate Maria nelle vostre case, nelle famiglie, nelle città, dillo ai Miei sacerdoti che portino Maria, pregate Maria, fate pellegrinaggi per la pace nel mondo.
Mio Figlio verrà ancora, vi parlerà l’ultima domenica di maggio. Vi benedico".



"satana non fu privato della sua vasta scienza"
Sabato, 1 Maggio 1999, ore 12 - Visione e messaggio della Madonna del Pino


Giuseppe Auricchia: "Il primo maggio 1999. alle ore 12, dopo aver recitato il santo Rosario sono caduto a terra trovandomi in un altro mondo. Quando mi sono ripreso e ho aperto gli occhi, mi sono trovato dinanzi, la Madre di Dio che così mi diceva:"

Madonna: "Ascolta le Mie parole, le Mie istruzioni, sono la Regina del Cielo e ti annunzio il castigo che sta per sopraggiungere su questa generazione ipocrita.
Il Cuore di Mio Figlio Gesù è straziato dalle offese degli uomini, la Mia mano è stanca di trattenere le tenebre.
Ho percorso il mondo intero supplicandovi di fare riparazione e conversione. I Miei richiami sono caduti nelle orecchie di coloro che non vogliono intendere.
Siete accecati dai piaceri del mondo, il vostro Io, la superbia, l'orgoglio del cuore, e della mente hanno condotto molti sacerdoti verso la via perversa.
Vi saranno grandi avvertimenti prima del castigo. Ora guarda".

Giuseppe Auricchia: "Col dito verso l'alto mi indica le parole della profezia di Fatima":

Madonna: "Le tenebre verranno gradualmente sulla Terra, prima della Sfera della Redenzione, vi sarà una grande guerra perché gli uomini non vogliono la pace vera. Guarda il cielo"

Giuseppe Auricchia: "Ho visto queste frasi:

Gialli contro bianchi, bianchi contro neri.
La Palestina, Gerusalemme, Asia, Egitto, Africa,
tutto l’Oriente e tante altre nazioni periranno,
molte anime non preparate si perderanno.

"Guarda ancora, non avere paura, mi disse la Madonna. Vidi una grossa Sfera con una striscia di fuoco che attraversava velocemente il cielo e si dirigeva verso la Terra producendo un grande calore, vidi Città in fiamme, gente che correva e cadeva per terra, l'aria pesante, mancante di ossigeno; la Sfera girava e rigirava velocemente nel cielo, rovesciando polvere come fuoco, vidi le onde dell' oceano che sollevandosi in alto, ricadevano sulla terraferma, su New York, lasciando enormi buchi dove sparivano migliaia di uomini.
A questa vista gridai per lo spavento, la Vergine Maria, tacque ed io sentii la Sua mano che mi accarezzava la fronte, mentre nuovamente cominciava a parlare:"


Madonna: "Figlio Mio, sappi che satana non fu privato della sua vasta scienza e dal suo grande potere quando fu cacciato dal cielo per la sua disobbedienza e la sua arroganza verso Dio, per questo egli ha un grande potere sulla Terra ed è agevolato dal fatto che vive in un mondo invisibile agli occhi degli uomini.
L'uomo oggi continua la ricerca, ma non trova la verità, perché l’orgoglio intellettuale ha tracciato il cammino della sua dannazione, e segue il cammino degli angeli decaduti.
Figlio, sappi che tutto ciò che ti dico e che ho detto in passato in questo luogo, non deve essere considerato vero simbolismo, le Mie parole sono reali, ma voi non potete comprenderle, ne comprendere gli scritti degli antichi profeti. Chiedete allo Spirito Santo di illuminarvi.
I Vescovi non devono fare compromessi, così non salvano le anime, ne compromettono la fede.
I sacerdoti, hanno dimenticato di essere stati consacrati a Dio, i loro errori, il loro rilassamento e la loro incuria hanno distrutto la fede nel cuore dei giovani.
Genitori! dove siete mentre i vostri figli sono nel cammino della perdizione?
Non sapete difenderli dalle insidie del mondo, togliete i libri impuri, le immagini oscene! "

Giuseppe Auricchia: "Poi, la Madre di Dio tacque, mi guardò sorridente, ma piena di tristezza e, dai suoi occhi vedo scendere delle lacrime e continuò a parlarmi."

Madonna: "Figlio, il Mio cuore è pieno di dolore, è crocifisso; l'errore è entrato nella casa di Mio Figlio, perché il clero si è dato al mondo, i sacerdoti devono tornare ad una vita di preghiera, miti con il Mio popolo, le nostre pecore sono affamate, il mondo ha rigettato il soprannaturale per un mondo di scienza.
O figli beneamati del Mio cuore, consacrati a Dio, sappiate che durante il sacrificio della santa Messa, ricevete il Corpo ed il Sangue fisici e spirituali di Mio figlio.
Comprendete che Mio figlio viene a voi totalmente in Spirito e col Suo corpo fisico?
O Miei cari sacerdoti, vescovi, non commettete errori verso Dio Padre che Mi ha mandato in questo luogo, non demoralizzate il Mio strumento, scelto da Lui stesso, pensate che il tempo è breve, siete alla fine di questi tempi e, l'ora è vicina.
Figlio Mio, ora riposa nella Mia pace ed in quella di Mio Figlio, questo messaggio devi consegnarlo al tuo Vescovo (*), fai presto! Ti benedico".


(*) Nota. Il messaggio venne subito inviato al vescovo di Noto (Siracusa), accompagnato da una lettera.



"Meraviglie della Nuova Creazione di Dio! "
Avola, giovedì 7 Ottobre 1999, ore 04 - Festività della Madonna del Rosario - Messaggio del Signore Gesù


Giuseppe Auricchia: "Sono le quattro del mattino di giovedì 7 ottobre 1999. Sapevo che la Madre Celeste sarebbe venuta. Pregavo le lodi del mattino, intensamente e piano li leggevo, il mio cuore sussultava, non capivo il perché, sentivo che ai miei occhi veniva a mancare la vista e lentamente mi sono addormentato in lungo sonno spirituale. Mi sentivo torturato da mille angosce, non capivo dove mi trovavo e quando aprii gli occhi vidi un fuoco ed una luce indescrivibile; sembrava che tutto bruciasse intorno a me ma nulla si consumava dal fuoco. Ad un tratto udii una voce, dolce e placida che così mi diceva:
<< Con l'uomo buono tu sii buono, con l'uomo puro tu sii puro, con il perverso tu sii astuto poiché sei vigile ed attento. Io sono la tua luce, la tua lampada. >>
Signore Gesù, sono confuso, desidero che tu mi abbracci per un solo attimo, sono abbandonato anche dai miei, dammi la forza di servirti, di amarti mio Signore, mio unico bene".

Signore Gesù: "Figlio Mio, sono venuto a te. La Mia SS. Madre non è stata riconosciuta da questo popolo, come Io non fui riconosciuto allora.
Diffondi la Mia pace nella tua anima che ha timore di Me, vengo a visitare le Mie creature, molta è la Mia pazienza e misericordia, posso essere toccato, udito da queste creature, volgi i tuoi occhi a Me, guardami, guarda gli occhi del tuo Signore, brillano di amore per voi.
Parla del Mio Nome, Io ritorno affinché possa albergare nei vostri cuori.
Il Padre Celeste sta attuando il Grande Progetto di salvezza, preparatevi ad accogliere lo Spirito Santo che si diffonderà su di voi annunziandovi l'alba del Secondo Avvento, che è vicino.
Figlio Mio, invito in questi tempi i Miei operai e guai al pastore stolto che abbandona il gregge e lo disperde, guai al pastore che non si prenderà cura delle pecore malate e non le nutrisce per sfamarle.
Il Mio gregge Mi cerca, ha fame di Me, ma guai, guai ed ancora guai, una spada sarà sopra il suo braccio e sopra il suo occhio, tutto il suo braccio diverrà arido ed il suo occhio non vedrà più.
O uomini pieni di stoltezza, Gesù viene a voi poiché è più sapiente della saggezza degli uomini, Io vengo per salvare l'umanità dall' ultimo attacco di satana.
Vengo e parlo ai semplici ed agli umili e perché desidero la conversione degli uomini.
Ho pietà dell'uomo a vista della Mia venuta, vi chiedo:
Vivete con Me e vedrete le meraviglie della Nuova Creazione di Dio Padre!
Figlio Mio, parla del Mio Nome annunziando ciò che il tuo cuore e le tue orecchie odono direttamente dalla sapienza rivelata dal Dio vivente.
Figli, parlate al vostro vescovo e dite che nessuna forza del male dovrà intaccare la Mia Casa ed Io, nel Mio grande amore manderò affinché essa non gemi più.
Figlio, alza i tuoi occhi, guarda il tuo Signore, ti dico: il pianto e la tristezza non compariranno più nel tuo volto.
Desidero che il tuo Vescovo mediti questi ultimi messaggi, perché importanti, chiedo a Lui di comprendere e che presto faccia celebrare l'Eucaristia in questo Luogo Santo.
Voi uomini, figli del Padre, Miei fratelli, amatemi, pregate per le Mie piaghe, rendete lodi in questo Getsemani e pregate al Trinitario amore.
Salutatemi dicendo:
Salve o mio Re, Salve adoratissimo Amore, perdonaci, saremo ai tuoi piedi come bambini.
Vi benedico. Pregate, pregate, pregate".



"Il mondo vive in grande pericolo! "
Avola, giovedì 7 Ottobre 1999, ore 20:10 - Festività della Madonna del Rosario - Messaggio della Madonna del Pino


"Grazie figli Miei, pregate, ho una intensa preghiera da chiedervi per Gesù nel Getsemani in questo mese di missione, mese di ottobre.
Il mondo vive in grande pericolo, pregate, ha bisogno delle vostre preghiere, pregate per i governanti del mondo che ritrovino la pace per i popoli, pregate per il Santo Padre, per la Chiesa e per tutti sacerdoti, che la vostra preghiera sia continua nella vita.
O figlio, stai attento, qui non c'è pozzo di Giacobbe ma c’è la falsità.
Sono Maria la Madre di Dio, sono con voi, vi proteggerò, ho bisogno di voi per stendere la mano di Mio Figlio Gesù a perdonare tutti i peccatori.
Pregate figli, pregate, pregate, vi benedico!"



H  O  M  E