Messaggio pubblico della Madonna del Pino
Avola, domenica 27 luglio 2003, ore 12

Cari figli,
sono venuta a mantenere la promessa di 13 anni fa.
Io vengo a incoraggiarvi tutti, figli e figlie.
Voglio condividere il mio amore con voi.
Io ho parlato la stessa lingua di Fatima, per annunciarvi quando verrà il tempo!
Il tempo è giunto, l'ora è vicina!
Presto il mondo vivrà e conoscerà il segreto di Fatima.
Sul mondo incombe una grande catastrofe mondiale, mai conosciuta.
Io con la stessa lingua di Fatima, vi ho rivelato il messaggio del 7 Ottobre 2001, ed ho parlato della siccità del vostro paese e di tutto quello che accadrà all'umanità.
Messaggio non ascoltato, non creduto anche dal tuo padre spirituale.
Ora lo vivete, ma è solo il principio.
Io sono addolorata, sto piangendo per voi.
Ho pianto per Gerusalemme , ora sto piangendo per questa città ai piedi di questa collina; non ha orecchie per sentire, occhi per vedere, lingua per parlare.
Com'è possibile mai , figli prediletti, commettere un errore così grande?
Figlio, noi siamo felici del tuo lavoro che svolgi in modo gioioso, di come stai conducendo tante anime a Gesù.
La nostra ricompensa sono le grazie che la gente riceve attraverso l'olio santo.
Tu stai vedendo i due Cuori Uniti gioiosi per questa tua opera.
E' giunto il giorno e ti sollecito a velocità raddoppiata per compiere la tua opera.

VAI!
CORRI !
NON TEMERE!
FAI PRESTO!
PREPARA LA GENTE!
PREPARATEVI PREGATE E VEGLIATE.
SPOGLIATEVI DI QUESTO MONDO
.

Abbracciate la Croce, fortificatevi nel dolore per essere pronti ad incontrare Gesù che viene.
E' con Lui una schiera di angeli e di santi.
Sono in cammino verso di voi per aiutarvi in quelle ore disperate.
Pregate e vegliate.
Sia preghiera di cuore affinché possa calmare l'ira dell’ Eterno Dio Padre .
Grazie per essere venuti!
Io vi parlerò l'ultima domenica di agosto.
Vi benedico nel nome santo di Dio Padre , di Dio Figlio, di Dio Spirito Santo.
Maria Santissima



Messaggio pubblico della Madonna del Pino
Avola, 29 luglio 2003, ore 16:30

Giuseppe Auricchia: "Mi trovavo nella Chiesa di S. Antonio Abate, pregavo dinnanzi a Gesù Sacramentato, Ho visto la Madre Celeste e così mi diceva:

“Ascolta, figlio Mio, i tempi che vivete sono terribili, gli uomini non trovano una convergenza d’amore. Io desidero che vi impegnate alla Mia Consacrazione Celeste. Tanto sarete uniti al Mio Figlio Gesù, sarete concentrati e pregherete tutti e tre Rosari per la pace nel mondo.
Pregate seriamente perché una guerra mondiale pende sul mondo con tante nazioni in possesso di armi nucleari: c’è una quantità di possibilità che si scateni un tale disastro. Pregate, perché i cuori degli uomini siano aperti ad una convergenza di pace e di amore: solo così nel mondo può regnare la pace e non la guerra. Pregate, pregate, pregate. Ti benedico".



Messaggio pubblico della Madonna del Pino, Festa dell'Assunzione
Avola, venerdi 15 agosto 2003

Oggi 15 agosto 2003, mi trovo a Mammanelli, Sono le ore 14,30.
Avevo recitato il Santo Rosario e le mie preghiere personali, ringraziando Maria e Gesù delle Grazie che elargiscono alla gente.
Ringrazio Maria e Gesù per tutti i Sacerdoti che nel mese di maggio 2003 mi hanno seguito.
Guardavo la Croce e la meditavo, quando un profumo ha inebriato i miei sensi.
Era la Madre Celeste e così mi diceva:

“Io vengo in questo giorno glorioso della Mia Assunzione in Cielo.
Vengo per testimoniare e per dire ai Miei figli prediletti, Sacerdoti e Vescovi locali: commettete il più grande errore.
Tutto è chiaro, perché la Mia venuta qui, è tutta verità.
Io fui chiamata e benedetta per essere la Madre del Signore.
O Sacerdoti Miei e Vescovi, non adagiatevi al vostro orgoglio, ai vostri pregiudizi, ma rendete grazie al Mio Divin Figlio Gesù di questo grande dono ricevuto: l’Olio santo e benedetto e voi lo rinnegate perché non credete.
Io ho benedetto questo luogo, con la Mia Venuta.
Vi dico, il vero tesoro è qui.
Il deposito del Mio amore è qui.
Dono santo dato per tutta l’umanità.
La Mia benedizione, le Mie Grazie dicono di essere condivise, l’amore deve essere contenuto nei vostri cuori.
Ora ti chiedo, figlio: fai presto, vai per le vie di ogni paese, diffondi le nostre parole e il dono dell’Olio Santo e sarai benedetto per la tua opera.
RendiMi testimonianza con coraggio, rendi grazie a Dio di avere questo tempo di preparare la gente.
Vegliate Gesù con atti di adorazione e di riparazione.
Tenetevi pronti nell’ora della Sua Venuta.
Sii vigile e attento in questo luogo.
Io l’ultima domenica vi concederò, come promesso, l’indulgenza plenaria, durante la Via Crucis.
Ora benedicendovi nel nome della Santissima Trinità, Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo”.



Messaggio pubblico della Madonna del Pino
Avola, domenica 31 agosto 2003, ore 12

Cari figli,
in questa epoca malvagia Io sto cercando di farvi capire il senso del Mio infinito amore per voi.
Voi siete uniti e stretti al Mio cuore.
Io sono qui, non vi abbandonerò mai nei giorni tristi che verranno.
Il Mio Divin Figlio, non vi farà mancare il Pane del Cielo che salverà le vostre anime e vi libererà dalle mani di satana.
Oh, ipocriti, studiosi, teorici moderni, non capite che Dio Mi ha mandato per le vie del mondo per richiamare l'umanità per l'imminente castigo e non credete.
Così fu con Noè e fu deriso.
In tutti questi anni sono venuta qui e vi ho dimostrato quanto vi amo.
Questo amore condividetelo con Me e Gesù.
Ora vi invito a pregare per il vostro Papa Giovanni Paolo II perché presto lo metteranno a dura prova, ma egli sarà sempre il Papa della Chiesa e dei fedeli rimasti.
I vostri Rosari sono l'arma meravigliosa di questa battaglia spirituale.
Continuate a pregare con il Santo Rosario e la corona in mano.
Pregate per la Chiesa, per i Sacerdoti che seguiranno la santa missione loro affidata, ma sopratutto pregate per la pace nel mondo.
Cari figli, ascoltate questo accorato appello della Regina del Cielo.
Pregate, pregate che la vostra vita sia una continua preghiera e Io vi ripagherò con un banchetto celeste che ho preparato per voi e ne sarete felici.
Ora andate alle vostre case, portate con voi questo messaggio d'amore; leggetelo, meditatelo, diffondetelo e sarete gioiosi della vostra vita.
Grazie che siete venuti.
Dio mi permetterà di parlarvi ancora l'ultima domenica di settembre.
Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.



Messaggio pubblico della Madonna del Pino
Avola, domenica 28 settembre 2003, ore 12

Figlio scrivi,
non avere paura.
Tu scrivi per un mondo corrotto, una generazione corrotta.
Scrivi, perché sei uno strumento degli ultimi tempi.
Scrivi ciò che la Regina del Cielo ti dice.
Io vi amo tutti figli e figlie.
Tornate al Padre.
Sappiate ritrovare dentro di voi l'essenza di Dio e il Suo Divino Amore; ritornate al celestiale abbandono di figli nelle braccia del Padre e delle Sue tenere carezze.
Io sono qui, vi aspetto tutti per donarvi il dono più grande che fa di voi la luce, l'unica luce.
Io sono la Cometa del nuovo giorno, sono la Cometa che brilla una nuova luce, sono la Cometa che illumina il mondo attraverso il Mio materno amore, per salvarvi.
Lasciate il mondo, lasciate la maledetta serpe che penetra nelle vostre famiglie per dividervi, vi morde per condurvi fuori dalla verità.
Tu sai che le parole che scrivi sono veraci, perché provengono dal Cielo e dai due Cuori Uniti.
Sono parole che santificano chi le cerca disperatamente, specialmente ora che vivete un piccolo tempo di grazia che sta per finire, perché la Venuta di Mio Figlio è imminente.
Pregate, non state addolorati del triste momento che invaderà la terra.
Siate invece luce, luce della Luce, della nuova Chiesa nascente per tutta l'umanità.
Scrivi, non avere paura.
Ora dico ai Miei figli prediletti consacrati "Andate tutti insieme con i vostri fratelli laici, correte non c'è tempo, santificate, evangelizzate, convertite, preparate la gente che presto incontrerà il Mio Divin Figlio che viene.
Figli prediletti siate un solo corpo, una sola voce inconfondibile; siate le pupille dei Miei occhi, siate fiaccole per illuminare il mondo.
Figli prediletti, non spegnete queste fiaccole, se vi spegnete, oscurerete il mondo e la giustizia di Dio cadrà su di voi.
Figli Miei, andate alle vostre case, portate nel vostro cuore questo messaggio; diffondetelo ai vostri fratelli e sorelle e sarete benedetti.
Grazie di essere venuti.
Io vi parlerò l'ultima domenica di ottobre.
Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Maria Santissima



Messaggio pubblico della Madonna del Pino
Avola, domenica 26 ottobre 2003, ore 12

“Figli,
oggi vengo a portarvi la Luce di Dio.
La Sua Luce è dono di grazia che vi da.
I segni del Cielo provengono dal soprannaturale di Dio e vi daranno luce e forza in quest’epoca malvagia.
Figlio, le Mie apparizioni si stanno compiendo in tutto il mondo poiché questa generazione è cieca e sorda al richiamo ad ascoltare i messaggi della Regina del Cielo.
Io sto piangendo per il popolo di Dio, che non ha pace e non trova pace.
Non prega più ed è nelle tenebre spirituali; i cuori degli uomini hanno bisogno di essere illuminati.
I loro cuori sono indifferenti, freddi come il ghiaccio nei confronti di Dio e vanno per la loro strada.
Credono di fare a meno del Mio Divin Figlio.
Prega e fai pregare.
Testimoniate.
Dillo a tutti che tornino a Gesù prima che sia troppo tardi.
Figli Miei, costruite con urgenza una diga d’amore con una preghiera incessante, che sarà una barriera divina che ostacolerà ogni male.
Scrivi, scrivi, non aver paura.
Tutto ciò che scrivi è unicamente volontà di Dio.
Scrivi ciò che ti dico, che sappiano tutti gli studiosi, teologi moderni e antichi, che sappiano Sacerdoti e Vescovi, che sappia la Chiesa apostolica romana, che leggano il Mio messaggio del 7 ottobre 2001.
La siccità annunciata, l’acqua, il fuoco sono venuti per purificare la terra.
I monti ricevono forze scatenate di tempeste.
I fiumi liberano la loro collera e invadono le vallate sommergendo tutto ciò che la natura racchiude.
I campi non potranno più bere acqua che sradica ogni minimo germoglio.
Le rocce si fanno pesanti e abbandonano il loro posto e vengono a distruggere le strade e così sarà tutto, ogni cosa fuori posto.
Oh studiosi, teologi, nulla avete capito, nulla capirete.
Sacerdoti, Vescovi, religiosi, religiose, laici tutti , svegliatevi, svegliatevi da questo sonno che è rigore di morte.
Affrettatevi, ripulite i vostri cuori dalle sozzure del mondo.
Affrettatevi, lasciate il vestito vecchio, venite a Gesù, adorateLo e tutti insieme camminate nella via stretta, pietrosa e spinosa.
Là in quella via Mi incontrerete, vi prenderò per mano e vi condurrò tutti nel Regno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Grazie che siete venuti.
Vi aspetterò più numerosi l'ultima domenica di novembre, prima che Dio Padre Mi chiuda nel silenzio: tante cose voglio dirvi che non sapete.
Ora andate alle vostre case e portate con voi questo messaggio.
Vi benedico tutti nel nome Santo di Dio Padre, di Dio Figlio, di Dio Spirito Santo”.

Messaggio pubblico della Madonna del Pino
Avola, domenica 30 novembre 2003, ore 12

“Cari figli,
il Mio amore materno è per voi tutti.
Oggi vengo e porto il Mio Figlio Gesù nei vostri cuori .
AmateLo, adorateLo, lodateLo per i giorni tristi che verranno, ma continuo a dirvi che il vostro paese è ancora lontano dalla preghiera del cuore.
Io vengo come Madre del genere umano, per guidarvi in questi tempi malvagi e prenderMi cura di voi, per farvi seguire le vie del Signore.
Grazie dei Rosari che recitate, e che vi nutrite di questa preghiera.
Pregate serenamente, che sia una preghiera quotidiana della vostra vita.
Gesù mi ha mandato per venire a proteggervi nelle future battaglie contro il maligno.
Io vi amo con una fiamma d’amore che arde splendente e dovete nutrirvi di questa fiamma della fede del Mio Figlio Gesù.
Tutte le anime dovranno prepararsi con i santi sacramenti, con atti di adorazione, con il santo Rosario, digiuno e penitenza.
Se non ascolterete questo Mio invito potreste rimanere nel buio dell’oscurità delle tenebre di satana, che sarà il buio delle vostre menti e delle vostre coscienze.
Rimanete uniti nella preghiera.
Andare, andate, cercate i vostri fratelli che hanno perduto Dio, portateli a Lui e avrete la Sua pace e la Sua luce.
Grazie di essere venuti, Io vi parlerò l’ultima domenica di dicembre.
Ora andate, diffondete questo messaggio di amore e di speranza.
Vi benedico nel nome della Santissima Trinità , Padre , Figlio e Spirito Santo”.



Messaggio pubblico della Madonna del Pino
Modena, 15 dicembre 2003, ore 07:30

Figlio, sii sereno, scrivi.
Un cuore che ama, un cuore che soffre.
Il sole tramonta, la luna che sorge e illumina, le stelle brillano, la stella annuncia il freddo.
Gelida la notte.
Gli angeli cantano, i pastori accorrono.
Il mondo si odia, il sangue scorre, Natale di odio, Natale di morte, Natale di terrore.
Prega figlio Mio, fai pregare.



Messaggio della Madonna del Pino
Bologna, 24 dicembre 2003

E’ la notte del 24 Dicembre 2003, e mi trovo a casa di mia figlia.
Ho la febbre a 39 e vedo la Madonna che così mi dice:

” Figlio, non temere ciò che ti rivelo, perché tutto accadrà.
E’ la notte di Natale, la Notte Santa.
La grande prova ormai è giunta per tutti.
La violenza, il fuoco dell’odio, portano la morte sul mondo.
Una tenebra profonda avvolge questa umanità, che non vede più la luce e il patto dell’alleanza, che ancora è infranto per gli uomini che si sono ribellati a Dio.
Per questo, ancora vi invito a lasciarvi portare da Me, dentro il mistero di questa Notte Santa.
Prega figlio Mio e fai pregare e da Me sarete tutti protetti.
Ti benedico."



Messaggio pubblico della Madonna del Pino
Avola, domenica 28 dicembre 2003, ore 12

Cari figli,
oggi vi porto il Mio Bambin Gesù.
Aprite le porte dei vostri cuori, fateLo entrare affinché dimori in voi.
Pregate il Santo Rosario, fate penitenza, lodateLo, adorateLo in questi tempi tristi che verranno.
Oggi Natale, tempo di grazia, vi invito a saziarvi di questo dono divino che ho messo al mondo per voi.
Mangiate il Suo Corpo, bevete il Suo Sangue, che ho mescolato con il latte delle Mie tenerezze materne.
Ho percorso il mondo da un capo all’altro, per avvisarvi e ho preparato la strada del ritorno del Mio Divin Figlio.
Ma l’umanità è sorda; corre veloce al suo destino e distrugge se stessa.
Leggi i messaggi del 15 Dicembre 2003 e del 24 Dicembre 2003, così capirete tutto ciò che vi rivelo, perché così è scritto, così sarà, così accadrà tutto.
Cari figli, il mondo è sconvolto dal terrore.
Il mondo non ha capito, come non hanno capito studiosi e teologi, questi avvertimenti scritti che nessuno di voi può smentire.
Figlio Mio, prega!
Pregate, pulite i vostri cuori dalle sozzure del mondo.
Fate presto a prepararvi un abito pulito, perché incontrerete il Mio Divin Figlio che viene.
Grazie di essere venuti perché per poco tempo ancora vi parlerò.
Vi parlerò l’ultima domenica di gennaio.
Vi benedico tutti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo."



H  O  M  E